Papa Francesco ringrazia il dipartimento Assistenza farmaceutica della Usl Umbria 2: “Testimoni del vangelo di Gesù”

Il cardinale Angelo Comastri, vicario generale di sua santità per la Città del Vaticano e arciprete della basilica papale di San Pietro, ha inviato nei giorni scorsi una lettera al dottor Fausto Bartolini

foto di repertorio

“Egregio dottor Bartolini. Desidero prima di tutto ringraziarla sentitamente a nome del Santo Padre Francesco per il preziosissimo e graditissimo omaggio dei prodotti igienizzanti per le mani e per gli oggetti realizzati dalla sua equipe nel laboratorio galenico dell’ospedale di Foligno”.

Il cardinale Angelo Comastri, vicario generale di sua santità per la Città del Vaticano e arciprete della basilica papale di San Pietro, ha inviato nei giorni scorsi una lettera al dottor Fausto Bartolini direttore del dipartimento assistenza farmaceutica Usl Umbria 2: “Ma il ringraziamento più grande – è scritto all’interno - il Santo Padre desidera estenderlo a tutto il personale del Dipartimento per la generosissima distribuzione di tali presidi ai quasi 7000 pazienti della Regione Umbria affetti da gravi patologie e quindi particolarmente esposti a rischio contagio da Coronavirus”.

“Con il vostro volontario e gratuito servizio in favore di tante persone fragili e a rischio - prosegue la lettera - avete messo in pratica il comandamento dell'amore e vi siete resi testimoni del vangelo di Gesù che ci ha detto: 'Tutto quello che avete fatto a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l'avete fatto a me'. Come segno di riconoscenza, spero possa gradire l'omaggio di alcune coroncine del Santo Rosario benedette da Papa Francesco unitamente a qualche libretto di preghiera utilizzato nella Basilica di San Pietro durante la recita quotidiana del Santo Rosario, che ha avuto luogo fino a tutto il mese di maggio".

"Il Santo Padre Francesco – afferma il cardinale Angelo Comastri - desidera impartire l'Apostolica Benedizione alla sua cara persona, ai suoi collaboratori, alle vostre famiglie e a tutti i malati da voi accuditi con ammirevole dedizione. La prego - conclude - di accogliere anche il mio più cordiale saluto unitamente all'augurio più sincero di ogni bene da Gesù per Maria".

lettera1-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Umbria zona gialla: nuove misure in arrivo per allentare le restrizioni

  • Apre i battenti “Nena, officina creativa”: “Così la mia vita ricomincia a cinquant’anni”

  • Capodanno all'Ast, i nomi delle "star" che si esibiranno a viale Brin. Attesa per il dpcm e l' "incognita pubblico"

  • Coronavirus, a Terni il "primato" regionale per ricoveri anche in intensiva. I dettagli

  • Coronavirus e scuola, l’annuncio della presidente Tesei: gli studenti della prima media tornano in classe

  • Coronavirus, la regione Umbria rivede la zona ‘gialla’. A Terni crolla il dato degli attuali positivi: oltre centoventi guarigioni

Torna su
TerniToday è in caricamento