Cercasi parcheggi disperatamente, l'idea: “Una 'breccia' per permettere il collegamento tra posti auto e il borgo”

A Cesi il problema di dove lasciare l'auto è più vivo che mai: “Sarebbe un incentivo per vivere in paese”

La via lungo le mura di Cesi

Il problema dei parcheggi attanaglia Cesi praticamente da sempre. La bellezza del paese, la vista spettacolare su Terni e i paesaggi unici devono infatti fare i conti con un questione puramente logistica, ossia quella di dove lasciare l'auto raggiungendo poi il borgo facilmente e in maniera veloce.

Perché se è vero che chi finora ha scelto di abitare a Cesi sapeva benissimo che la situazione dei posti auto era quella che era, è anche vero che più passano gli anni e più aumenta l'età per i residenti, e nonostante la presenza di case anche molto belle, sono diversi i potenziali acquirenti scoraggiati dall'assenza di posti auto facilmente raggiungibili.

Nonostante anni fa sia stato realizzato un parcheggio non troppo distante dalle mura, è indubbio che individuare soluzioni più congeniali e che vadano a semplificare la vita degli abitanti sarebbe quantomeno auspicabile. Una soluzione, secondo la Pro loco Cesi, ci sarebbe, e sarebbe anche di facile attuazione. Ma c'è un ma. “Una soluzione facile, sulla carta, - afferma il presidente Mirco Bisonni – ci sarebbe: Cesi ha tre terrazze, quindi l'ideale sarebbe avere almeno tre parcheggi a servizio delle diverse zone del paese. Un primo parcheggio è stato realizzato e fortunatamente viene utilizzato, ma non è sufficiente”.

La prima possibilità si trova proprio all'ingresso del paese: “Di fronte alla farmacia c'è uno spazio sopraelevato di qualche metro rispetto alla strada. E' di privati che si dicono disponibili all'effettuazione di lavori per realizzare di garage e di parcheggi di superficie. Già questo sarebbe un bell'aiuto. Ma c'è anche un'altra possibilità”.

La “breccia” e il Tribunale

Un intervento ancora più semplice e altrettanto funzionale potrebbe essere realizzato in via Bellavista, ossia la via che costeggia le mura di Cesi: “Nella parte bassa delle mura – continua Bisonni - c'è uno spazio già utilizzato dalle auto, anche se in maniera disordinata perché i parcheggi non sono delimitati. La soluzione sarebbe quella di aprire una piccola “breccia”, un passaggio, sistemando un'apertura già presente lungo le mura”. Il problema, qui, riguarderebbe il palazzo interessato da questo piccolo intervento. Come in altre situazioni a Cesi – come quella di palazzo Lausi, anche il palazzo di vico Castellano si trova sotto sequestro ormai da anni, e quindi il progetto, di cui si è parlato anche in passato, è fermo al palo. “Tra l'altro – continua il presidente della Pro loco - come nel caso di palazzo Lausi, anche qui abbiamo problemi rispetto allo stato in cui versa la struttura, su cui non è possibile effettuare interventi. L'intervento che proponiamo, invece, permetterebbe di realizzare circa 35 parcheggi lungo le mura. Il passaggio permetterebbe a chi decidesse di parcheggiare qui di trovarsi in pochi passi direttamente all'interno del centro storico, senza dover ripercorrere tutto il perimetro delle mure per poi rientrate dall'accesso dove si trova palazzo Contelori, per intenderci”. Un percorso che potrebbe sembrare breve, ma che non lo è se si pensa a una persona un po' avanti con l'età, in inverno e magari con le buste della spesa. Ma anche a potenziali nuovi residenti, magari affascinati dal paese ma oggettivamente scoraggiati sul tema dei servizi. Parcheggi compresi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nella notte a Terni, commerciante trovato morto nel suo negozio

  • Coronavirus, scuole chiuse a Terni. La rabbia dei genitori: “Impossibile gestire la vita di una famiglia. Avvertiti troppo tardi”

  • Covid, le previsioni che spaventano: tra novembre e dicembre possibili più casi che nella fase 1

  • Primario del Santa Maria di Terni positivo al covid-19. Tamponi a tappeto

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento