rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
Attualità

Terni, parco Cardeto: “Apertura entro pochi giorni”. Bagarre in Consiglio: “Venti euro per giocare un’ora a tennis pare eccessivo”

Fermento in Consiglio comunale sulla riapertura del parco Bruno Galigani. L’assessore ai lavori pubblici Benedetta Salvati: “Anche questo problema ereditato dalla precedente amministrazione andrà a soluzione”

Il parco Bruno Galigani è ormai prossimo alla riapertura. A distanza di oltre dieci anni i giardini torneranno ad essere fruibili alla cittadinanza. Un passaggio fondamentale, in tal senso, si è verificato nel corso della seduta del Consiglio comunale di oggi, mercoledì 3 maggio. La plenaria di palazzo Spada ha infatti approvato la delibera di giunta denominata: “Progetto pilota sperimentale per la durata di almeno due anni del servizio di gestione” con 19 voti favorevoli e 9 astenuti.

Ad inaugurare gli interventi l’assessore Benedetta Salvati: “La delibera è molto importante poiché riguarda il progetto pilota di gestione di due anni a Terni Reti. I servizi fanno riferimento alla gestione dell’apertura, chiusura e sorveglianza del parco. Si occuperanno – tra le altre cose - di reception, prenotazione degli impianti sportivi. Sono previsti servizi di food, facility management, manutenzione del verde, gestione dei campi indoor ed outdoor”.

Gli interventi a completamento: “In queste ore si stanno ultimando i lavori per i campi da tennis indoor. Finiremo con la manutenzione del verde ed inoltre stasera, faremo le prove di accensione della pubblica illuminazione. Pertanto anche questo problema, ereditato dalla precedente amministrazione andrà a soluzione. Nei prossimi giorni o comunque entro la prossima settimana riaprirà le porte”.

Argomento ‘caldo’ che ha coinvolto diversi consiglieri. Il capogruppo di Senso civico Alessandro Gentiletti: “Ricordo che metà degli anni della chiusura sono ascrivibili all’amministrazione attuale. Tutti i cittadini si pongono una domanda. Quando riaprirà?. Inoltre venti euro per utilizzare un’ora il campo da tennis a me pare un poco eccessivo”. A supporto della maggioranza i consiglieri Francesco Maria Ferranti (Forza Italia) e Rita Pepegna (Fratelli d’Italia). “Sono davvero contenta per i residenti e, più in generale, tutti i ternani” ha ricordato Rita Pepegna.

Per Francesco Maria Ferranti: “Destinare ad un privato un parco che, al momento, non detiene la capacità di produrre un ritorno economico avrebbe potuto portare delle problematiche. Amministrare una città consegnata al dissesto è stata un’impresa difficile”. Infine Federico Pasculli del Movimento cinque stelle: “Vi siete bocciati da soli non ricandidando il sindaco uscente. Qui si fa passare la normalità per un’impresa”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni, parco Cardeto: “Apertura entro pochi giorni”. Bagarre in Consiglio: “Venti euro per giocare un’ora a tennis pare eccessivo”

TerniToday è in caricamento