Parco Cardeto, si va a nuova gara

Scaduto il tempo per trovare un'altra ditta. Ora si ricomincia daccapo e si dovrà indire un bando per completare l'opera. Finora è stato fatto il 71% di lavori previsti. Intanto i cittadini attendono

Per parco Cardeto si va a nuova gara. L’11 aprile, infatti, è scaduto il termine che era stato dato al Credito Sportivo (che sul parco ha erogato un mutuo) per scegliere una nuova impresa in grado di terminare i lavori. Una procedura scattata dopo che l’Anac, l’Autorità nazionale anti corruzione, su richiesta del Comune, ha effettuato verifiche sull’assetto societario dell’impresa incaricata a effettuare l’intervento, la Parco Cardeto Srl. Dalle verifiche sarebbe risultata l’avvenuta modifica dell’assetto societario, atto che per legge non può essere fatto senza avviso e prima del collaudo. Per evitare l’immediata rescissione del contratto “per inadempienze” la legge prevede una fase alternativa, ovvero il subentro di una nuova ditta, operazione che però non poteva essere effettuata né dal Comune né dall’impresa attuale, bensì dall’ente erogatore, ovvero il Credito Sportivo che vanta il suddetto mutuo. Nessuna impresa si è fatta avanti. “Stiamo preparando la delibera di risoluzione del contratto – dice l’assessore ai Lavori pubblici Enrico Melasecche – ora la Parco Cardeto Srl è obbligata alla restituzione dell’area e del cantiere”. Dal canto suo l’impresa in questione probabilmente tenterà di fare rivalsa, l’assessore  non si sbilancia ma conferma l’arrivo in Comune di lettere con tanto di firma di avvocato: “Il Comune – rimarca - ha cercato di fare il possibile affinché venissero terminati i lavori, ma non c’è stato verso e abbiamo perso tanti mesi a vuoto. Sono seguiti solleciti, richiami e applicazioni di penali da parte del Comune alla ditta, fino  ai contenziosi. Noi abbiamo sempre agito nella legalità e così continueremo a fare”.  I tempi non saranno brevissimi perché dovrà essere anche fatta una delibera di giunta che approvi la risoluzione contrattuale e poi indire il nuovo bando di gara, non prima però di avere effettuato tutte le necessarie verifiche sullo stato dell’area. Fino a oggi è stato fatto il 71% dei lavori previsti. Il parco è chiuso da sei anni. Al momento è fruibile solo una piccola porzione dell’area.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento