rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Attualità

Parco di Cardeto, la protesta dei residenti: manifesti funebri per le vie del quartiere

Il prossimo 22 marzo ricorreranno i sei anni dalla chiusura:"Coma profondo del Parco Cardeto" è il titolo scelto all'interno delle insegne

22 marzo 2013- 22 marzo 2019. Sono ormai trascorsi sei anni dalla chiusura del parco di Cardeto. Uno spazio verde amato e frequentato da migliaia di ternani, e non situato nell'immediata periferia della città. In questo lungo periodo si sono susseguite le proteste dei residenti, ultima in ordine di tempo, e piuttosto singolare, l’esposizione di manifesti funebri lungo le principali vie del quartiere. Se ne possono contare uno all’esterno di ogni pubblico esercizio e di diverse dimensioni posizionati anche all’esterno delle abitazioni.

53636713_250337682586847_2354551881130311680_n-2-2

Al suo interno si legge: Dopo sei anni dalla chiusura, trascorsi tra gli inconcludenti rimpalli di responsabilità ed i deleteri improvvisati di costruttori, si annuncia il ‘Coma profondo del parco Cardeto’. Ne danno addolorati la ferale notizia il comitato di quartiere, i commercianti e gli abitanti tutti. Non è dato conoscere se e quando si risveglierà. Non fiori, no pianti e ne piante (già ce ne stanno tante) ma auguri e soldi, questi si tanti! Tra serio e faceto la protesta prosegue, cercando di mostrare tutta la comprensibile preoccupazione per una situazione ancora non delineata. Nel compento per fotograre meglio lo status del parco ci siamo recati al suo interno. La parte rimasta aperta è quella ad ovest dall'ingresso principale: alcuni giochi per bimbi, delle panchine ed un piccolo giardino sono a disposizione dei visitatori. Poi ci sono ancora le opere non terminate ed uno stato di abbandono piuttosto tangibile, come da video nel dettaglio

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco di Cardeto, la protesta dei residenti: manifesti funebri per le vie del quartiere

TerniToday è in caricamento