rotate-mobile
Domenica, 27 Novembre 2022
Attualità

Sicurezza a Terni: “Ad inizio luglio la sperimentazione sul parco di via del Mulino”. Ecco di cosa si tratta

L’assessore Giovanna Scarcia risponde ad un’interrogazione sul parco di via Mola di Bernardo ed annuncia la novità per i giardini collocati all’interno del quartiere di Gabelletta

Una novità piuttosto significativa è stata annunciata da Giovanna Scarcia, nel corso dell’ultima seduta del Question time. Nello specifico riguarda il parco di via del Mulino, oggetto di diverse segnalazioni ed interrogazioni, dopo gli atti vandalici reiterati nel tempo. L’assessore ha replicato ad un’interrogazione del Movimento cinque stelle, concernente il parco di via Mola di Bernardo.

Il consigliere Federico Pasculli ha presentato l’atto affermando che: “Nonostante mesi fa la giunta abbia prospettato l’installazione delle telecamere di sicurezza, non vi è stato ancora nessun movimento su questo fronte. La situazione sul fronte della sicurezza, terminate anche le restrizioni dovute al Covid, è peggiorata di mese in mese. Nonostante vi sia un patto di collaborazione sottoscritto con il Comune per la manutenzione del parco, ci sono aree come quella del teatro all’aperto che necessitano di messa in sicurezza da tempo”.

La replica dell’assessore Scarcia: “Sono stati pubblicati gli esiti del bando Ministeriale. Tuttavia – ha osservato- non siamo rientrati nell’elenco dei comuni beneficiari. Avevamo cercato di migliorare il posizionamento, aumentato la percentuale di co-finanziamento, unico elemento sul quale si poteva operare, al 40% circa, rispetto all’intero importo. Tutto ciò non ci fa desistere, anzi”.

La questione dei parchi: “Abbiamo risorse disponibili dai patti per Terni sicura, per un ammontare di 75 mila euro. La nuova cabina di regia si è insediata da poco. Abbiamo dunque chiesto al nuovo Prefetto un incontro per condividere il progetto della videosorveglianza cittadina, ed inseriremo anche i parchi”. Ecco la novità per via del Mulino: “Non era inserito nel bando” la precisazione dell’assessore. “Sperimentiamo ad inizio luglio delle Sim che verranno impiantate sulla singola telecamera, per rendere i dati veicolabili in modo protetto, ai fini della videosorveglianza. Lo faremo volutamente poiché è difficile da gestire”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza a Terni: “Ad inizio luglio la sperimentazione sul parco di via del Mulino”. Ecco di cosa si tratta

TerniToday è in caricamento