rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
Attualità

Terni, parte la caccia alle zanzare: “I vasconi presenti al parco Ciaurro rappresentano il focolaio principale”

L’assessore Mascia Aniello aggiorna sulla propria pagina social: “Intervento specifico presso i giardini a cura di un’impresa”

Una serie di interventi per limitare la proliferazione delle zanzare, a cura del Comune di Terni. L’assessore preposto Mascia Aniello ha infatti indicato le operazioni necessarie di prevenzione ricordando che: “Le continue piogge e l’innalzamento delle temperature lasciano prevedere un incremento del numero delle zanzare per l'anno corrente. Tuttavia, a questo fenomeno, si fa fronte tramite una pluralità di misure e di sistematici controlli”.

Pertanto: “Per mantenere adeguati livelli di salubrità e igiene del territorio, stiamo eseguendo interventi programmati e a chiamata disinfestazione, al fine di contenere la proliferazione di insetti infestanti”. Una particolarità è emersa per ciò che concerne il parco Ciaurro: “E’ stata incaricata un'impresa per un intervento specifico di disinfestazione, presso i vasconi presenti in loco. Secondo i tecnici, infatti, tali vasconi rappresentano il focolaio principale”.

Relativamente allo stato di attuazione del piano per la disinfestazione delle zanzare nelle vie pubbliche l’amministrazione comunale comunica che il trattamento antilarvale, effettuato con cadenza mensile nelle vie cittadine, è già iniziato dalla fine di aprile e al momento si sta concludendo il secondo ciclo. Il monitoraggio della zanzara tigre, con il posizionamento delle ovitrappole nei 14 punti di campionamento individuati dall’Istituto zooprofilattico che, dalle linee guida, ha una cadenza da 7 a 14 giorni, sta andando avanti con una cadenza di 10 giorni. Più in generale i servizi vengono eseguiti nel rispetto della Circolare congiunta MISAN/ANCI del 22/08/2016 e del “Piano di prevenzione regionale per l’Umbria per la sorveglianza ed il controllo della zanzara tigre (Aedes albopictus)".

Il piano comprende interventi di disinfestazione programmata; interventi di disinfestazione contro le zanzare: antilarvali nei centri abitati nei siti di potenziale sviluppo delle zanzare in forma larvale (Culex pipiens e Aedes Albopictus) mediante utilizzo di compresse in caditoie e pozzetti stradali;  antilarvali con nebulizzatore lungo i corsi d’acqua in prossimità dei centri abitati;  adulticidi prioritariamente nelle aree a verde pubblico e nei siti sensibili, nei casi di rilevante infestazione o epidemie, nelle aree prossime al verde privato ed in aree a elevata densità abitativa.

Inoltre riguarda anche le attività di monitoraggio entomologico di Aedes albopictus (zanzara tigre); le attività di installazione, controllo e manutenzione di ovitrappole per il monitoraggio della zanzara tigre secondo le disposizioni del Piano Nazionale Arbovirosi 2020-2025; le attività a seguito di segnalazione; interventi a chiamata a seguito di particolari e specifiche necessità da parte dei cittadini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni, parte la caccia alle zanzare: “I vasconi presenti al parco Ciaurro rappresentano il focolaio principale”

TerniToday è in caricamento