rotate-mobile
Attualità

Pasquetta a Terni, le mete preferite scelte dai ternani. Alla cascata delle Marmore una ‘invasione’ di turisti

Il sito naturalistico per eccellenza ha sfiorato le undicimila presenze tra il sabato Santo e la domenica di Pasqua

Un weekend auspicato ed atteso a lungo, dopo due anni contrassegnati dall’emergenza sanitaria. La giornata di Pasquetta equivale, un po' in tutta la penisola, alla consueta scampagnata. Di mete preferite ce ne sono eccome anche all’interno del ternano. La classica gira fuori porta con destinazione Prati di Stroncone, Sant’Erasmo, Collebertone, La Croce – ad esempio – per chi punta verso l’alto. I luoghi del cuore da visitare come i borghi e le splendide vallate che offre il territorio. Infine c’è l’opzione mare, per uscire dai confini provinciali, e magari farsi una mangiata di pesce in compagnia.

La Pasquetta della ripartenza rimette in moto anche turismo e commercio. Ne è un esempio tangibile la Cascata delle Marmore con i quasi 11 mila ingressi, tra il sabato Santo e la domenica di Pasqua. Una vera e propria ‘invasione’ di turisti che consente anche alle attività ricettive del comprensorio, di poter tornare a sorridere, dopo tante difficoltà.

In città sono i parchi le mete preferite per trascorrere qualche momento di relax. Da ormai una decina di giorni poi, in piazza della Repubblica, è collocata la ruota panoramica la quale sta riscuotendo sempre più consensi, anche dal punto di vista della partecipazione. Alle 18 si gioca il match tra Ternana-Frosinone. Pertanto per molti tifosi rossoverdi la Pasquetta si limiterà ad un pranzo di preparazione all’evento.

“Possiamo tornare a vivere la prima Pasqua dopo la pandemia visitando i luoghi della cultura in città e nel suo comprensorio” ha ricordato l’assessore alla cultura Maurizio Cecconelli. Per l’occasione infatti sono visitabili, al Caos, la collezione permanente del Museo Aurelio De Felice e il Museo Archeologico Claudia Giontella, con le sezioni romana e preromana. Apertura al pubblico anche per le mostre Iconoplast di Sara Bonaventura ed Elisa Muliere, nella sala Ronchini e Radianti di Basmati Video ovvero Audrey Coïaniz e Saul Saguatti. Infine l’area archeologica di Carsulae osserva orario continuato, fino alle 19,30. Un viaggio virtuale all’indietro nel tempo, in una location davvero suggestiva.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pasquetta a Terni, le mete preferite scelte dai ternani. Alla cascata delle Marmore una ‘invasione’ di turisti

TerniToday è in caricamento