Martedì, 22 Giugno 2021
Attualità Centro / Viale del Cassero

La Terni ‘romantica’ ed il futuro della città: “Demolita l’ultima baracca. Si completa la riqualificazione della zona”

Gli operai al lavoro per completare il tratto di ciclabile in via del Cassero. A breve l’intera area beneficerà del restyling completo. Il commento del consigliere Michele Rossi

foto di repertorio

L’ultima baracca presente verrà presto demolita. Un passaggio ulteriore verso il completo restyling dell’area che comprende via del Cassero, via Mirimao e piazza Briccialdi. Procedono infatti i lavori per la realizzazione del tratto ciclabile previsto dopo la posa delle luci artistiche, volte a ridare lustro alle antiche mura, e gli interventi all’altezza della passerella del Nera. Una Terni che progredisce e diventa più accogliente e un passato un pizzico ‘romantico’ il quale segna il passaggio all’ammodernamento, ed al segno dei tempi che cambiano. Già perché in quella zona, fino a qualche anno fa, erano presenti alcuni venditori che, proprio lungo la via, potevano svolgere la propria attività. Ora, come detto, la baracca ancora presente presto saluterà definitivamente quell’area.

Il capogruppo di Terni Civica Michele Rossi ha dichiarato a riguardo: “Con la demolizione del container posto in via del Cassero si conclude, anche dal punto di vista simbolico, quel percorso di riqualificazione di tutta l’area che da tempo è una mia priorità. L’eliminazione di quel contenitore non è solo una operazione di recupero urbano ma rappresenta anche un cambiamento della nostra città. Quel tipo di commercio, molto in voga negli anni 70 e 80, da tempo è andato in crisi tant’è che nessun operatore da almeno dieci anni si è più voluto insediare in quella zona. Tutti noi ricordiamo con piacere i banchi di via del Cassero, anche come luogo di incontro” ricorda il consigliere. “I tempi cambiano e il commercio richiede sempre di più aggiornamenti ed evoluzioni"

Le ultime rimaste: "Mi auguro ora che quanto prima si attui il progetto di Largo Cairoli, affinché ci sia una riqualificazione commerciale, con l’accoglimento delle attività esistenti in contesti più attrattivi e funzionali. La città rinnovata, attrattiva, vitale, passa anche attraverso queste operazioni. E’ chiaro a tutti che l’attuale contesto degradato di Largo Cairoli - chiude Michele Rossi - non è utile a nessuno: né ai residenti, né agli operatori commerciali, né ai potenziali visitatori della città “.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Terni ‘romantica’ ed il futuro della città: “Demolita l’ultima baracca. Si completa la riqualificazione della zona”

TerniToday è in caricamento