Attualità

Passeggiata, il ritorno delle anatre e delle oche e la felicità dei bimbi: “Preservare uno dei luoghi più amati dai ternani”

Dopo gli atti di violenza che avevano subito anatre e papere la decisione di Palazzo Spada – datata 2019 – di trasferirle in posto più sicuro. Focus sulla sicurezza per evitare altri episodi di vandalismo

Una piccola quanto significativa decisione, adottata da Palazzo Spada, nei giorni scorsi. Ai giardini pubblici della Passeggiata sono infatti tornate anatre ed oche per la felicità – soprattutto – dei più piccoli. C’è chi chiede di scattare una foto alla propria mamma e chi, invece, vorrebbe accarezzarle mentre girovagano nello stagno, il quale meriterebbe una maggiore pulizia. Momenti sicuramente di gioia per i tanti bimbi che frequentano uno dei luoghi simbolo della nostra città. In tal senso l’obiettivo è quello di preservare la Passeggiata dai raid vandalici i quali, purtroppo, si sono verificati in sequenza. L’amministrazione comunale, nell’agosto 2019, dovette arrendersi ai reiterati episodi di violenza nei confronti di questi animali indifesi, trasferendoli in un luogo più sicuro. Ora, come sottolinea il capogruppo di Terni Civica Michele Rossi: “E’ stato potenziato il controllo e la vigilanza: nulla di quanto accaduto in passato dovrà ripetersi”.

Gli eventi che hanno caratterizzato l’estate ternana hanno ridato vigore ai giardini della Passeggiata, tornati ad essere frequentati in modo piuttosto evidente. Particolarmente apprezzate le iniziative del Baravai oltre che, naturalmente, tutte le altre manifestazioni le quali hanno consentito di riprendere confidenza con gli spettacoli in presenza. Un luogo dove è possibile fare jogging, trascorrere qualche momento all’aria aperta, godere di un pizzico di tranquillità e poter fruire dei tanti giochi a disposizione dei più piccoli. Senza dimenticare lo storico trenino, diventato ormai una vera e propria istituzione. Eppure le criticità permangono, alcune ereditate dall’emergenza sanitaria come ad esempio l’impossibilità di fruire del bagno pubblico. Aggiungiamo la necessità di cambiare qualche panchina logorata dal tempo, tenendo sempre d’occhio anche l’impianto di illuminazione. Preservare uno dei luoghi più amati dei ternani è un obiettivo comune il quale, deve essere perseguito, con l’aiuto di tutti i frequentatori.  

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Passeggiata, il ritorno delle anatre e delle oche e la felicità dei bimbi: “Preservare uno dei luoghi più amati dai ternani”

TerniToday è in caricamento