Passione e sacrifici, giovane imprenditrice ternana apre una nuova pizzeria: “Realizzo un sogno nonostante le difficoltà”

Il ritorno della seconda ondata di contagi ed il desiderio di mettere a frutto la quasi ventennale esperienza maturata nel settore della ristorazione

foto di repertorio

Entusiasmo, passione e competenze acquisite nel corso di un’esperienza quasi ventennale. Il centro cittadino, da metà settimana, si arricchisce di una nuova pizzeria e friggitoria. A causa dell’emergenza sanitaria non è stato possibile procedere con la canonica inaugurazione. Tuttavia Samantha, la giovane imprenditrice che ha deciso di cimentarsi in questa nuova avventura, ha comunque aperto limitandosi ad asporto e consegne a domicilio, come da decreto.  

“Il nome del locale – Nana – è un omaggio ai miei nipoti, loro mi chiamano così” esordisce con un sorriso Samantha consapevole di non poter accogliere fisicamente, al momento, i propri clienti. “Sono diciannove anni che lavoro nel settore della ristorazione, ho sempre sognato di aprire un’attività tutta mia. Ricordo poco più che maggiorenne l’esperienza alla pizzeria della Fontana, è stata sempre una vecchia passione quella della pizza”.

Insieme al papà ha gestito ‘La trattoria di Maurizio’ che proseguirà il suo percorso. Per lei invece c’è Nana: “In piena autonomia. Dopo aver ottemperato alle pratiche burocratiche, a fine agosto, sono iniziati gli interventi di restyling propedeutici all’apertura. Purtroppo la seconda ondata di contagi ha complicato notevolmente il tutto. Avevo pensato all’8 di novembre. Successivamente deciso di anticipare l’apertura. Come è noto non è possibile fare un’inaugurazione per le normative in essere. Necessario questo passo quantomeno per iniziare con l’asporto e le consegne a domicilio”.

Uno step importante in momento assai complicato: “Occorre avere tanto coraggio. Confrontandomi con conoscenti, amici alcuni di questi mi hanno detto ‘se ero in te non l’avrei fatto’. In effetti oltre la sana ambizione è la passione che fa la differenza e sospinge”. Ma anche tanti sacrifici: “Questo è un lavoro che ti deve piacere. Non hai una vera e propria vita privata, è un po' il contrario di una normale poiché l’impegno è prevalentemente in orario serale, fino a notte tarda”.

Il ritorno dell’emergenza sanitaria: “Sono stata anche male, i pensieri e le preoccupazioni aumentati notevolmente mentre vedevo la situazione epidemiologica peggiorare. Ad agosto quando ho deciso di intraprendere questa nuova avventura il contesto era diverso. Ora con l’ultimo DPCM posso limitarmi solo ad asporto e consegne a domicilio in modo autonomo”.

Le peculiarità: “Il locale è caratterizzato da una serie di particolarità, piccoli angoli con i tavolini di varia dimensione. Il cliente potrà avere una visione diversa, dopo essersi messo seduto. Puntiamo enormemente sulla qualità dato che l’impasto è semi integrale, a lunga lievitazione (24 48 ore), molto più digeribile. Anche il posizionamento spero che ci aiuterà” poichè la pizzeria è collocata nei pressi di una delle piazze più in voga della movida cittadina. “Sono dettagli che speriamo possano fare la differenza. Abbiamo voluto anticipare con l’asporto piuttosto che non aprire. Oltre alla pizzeria facciamo anche i fritti”. Abbiamo chiesto a Samantha anche un piccolo messaggio da lanciare, al termine dell’intervista, rivolto ai nostri lettori ed esteso a tutta la comunità “Aiutiamoci tra di noi, acquistare nei negozi di prossimità garantisce maggiore qualità e aiuta le gestioni familiari”. In bocca al lupo di cuore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uno store internazionale di abbigliamento apre in centro a Terni. Al via le selezioni: “Entro la fine del 2020 l’inaugurazione”

  • Coronavirus, ecco il farmaco più efficace contro ansia, depressione e panico da pandemia

  • Umbria Arancione | La nuova ordinanza regionale nella sintesi grafica

  • Umbria arancione | Misure restrittive confermate dalla Tesei fino al 29 novembre

  • Coronavirus, nove decessi e 344 guarigioni. A Terni superata la soglia dei 1600 attuali positivi

  • Giovane donna dorme sotto la fermata dell’autobus, scatta la gara di solidarietà nel quartiere

Torna su
TerniToday è in caricamento