Patto tra cittadini e Comune per salvaguardare gli spazi pubblici

Attivati altri due patti di collaborazione, il primo con il Centro sociale Il Rivo e il secondo con l'associazione zoolofila ambientale anche contro l’abbandono e la cattiva gestione dei rifiuti urbani.

Altri due patti di collaborazione tra associazioni di cittadini e amministrazione comunale sono stati attivati nelle scorse settimane a cura dell’assessorato alla partecipazione. Il primo coinvolge il Centro Sociale il Rivo ed ha l’obiettivo di favorire attività ed iniziative di cura e rigenerazione dell’area verde di Via del Rivo.
In particolare il Patto, oltre ad essere dedicato al recupero e alla riqualificazione di uno spazio verde della città, mira a promuovere lo sviluppo di una rete territoriale tra i cittadini e i servizi territoriali pubblici e privati. Come modalità di azione, si prevede infatti l’attivazione di un Laboratorio Urbano Permanente che sarà la sede per il monitoraggio sull’andamento delle attività in corso e il luogo di confronto, di definizione, nell’ambito della coprogettazione, delle attività successive.. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’altro patto di collaborazione stipulato nelle ultime settimane coinvolge l’Associazione Ecologica Zoofila Ambientale – Guardia Nazionale. Il patto con l’Aeza ha l’obiettivo di promuovere attività ed iniziative per la salvaguardia ambientale del territorio comunale e dei beni comuni, contro l’abbandono e la cattiva gestione dei rifiuti urbani.
In particolare il Patto prevede il prendersi cura, attraverso la vigilanza, degli spazi cittadini che si trovano in condizioni di degrado a seguito di atti di vandalismo o negligenza e incuria da parte dei cittadini stessi. Anche in questo caso poi sarà dato impulso a una rete territoriale per mettere in connessione i cittadini con i servizi territoriali pubblici e privati. 

L’assessore alle Politiche Sociali e alla Partecipazione del Comune di Terni Marco Celestino Cecconi ribadisce "l'interesse dell'Amministrazione agli strumenti innovativi e ai modelli sperimentali per rendere effettiva la partecipazione e la collaborazione tra cittadini e istituzioni pubbliche locali in un’ottica di reciprocità e sussidiarietà". "Tutto questo con l’idea di recuperare gli spazi pubblici con finalità sociali, valorizzando il concetto di bene comune, con attività che contrastino il degrado urbano".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Raccordo Orte-Terni, si apre voragine sulla carreggiata: traffico in tilt ed intervento del personale Anas

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento