Penna della Rocca e Rocca di Cesi, pericoli per escursioni e visitatori

I consiglieri regionali Andrea Liberati e Maria Grazia Carbonari (M5S) lanciano l'allarme: “Appare a rischio la tenuta delle torri”

foto tratta da Youtube

Un’interrogazione scritta congiunta, sottoposta alla giunta regionale, sottoscritta da Andrea Liberati e Maria Grazia Carbonari. All’interno della stessa i due consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle sollevano la potenziale problematica: “I siti di Penna della Rocca e Rocca di Cesi - sottolineano - pur rappresentando una testimonianza unica relativamente alla storia delle Terre Arnolfe e di Terni, versano oggi in condizioni precarie, minacciati da una folta vegetazione unitamente alla scarsa attenzione nel mantenerli in sicurezza. Oggi appare a rischio la tenuta stessa delle torri e delle mura, con potenziale pericolo di crolli e cedimenti dell’intera area”. Come è noto, tali luoghi “rappresentano un importante itinerario per gli appassionati di escursionismo e alpinismo, viste le creste e i percorsi, con variazioni più e meno impegnative. Già dagli anni ’70 sono diventati teatro di sistematiche attività”.

La richiesta di Liberati e Carbonari

A tal proposito, l’interrogazione è volta a verificare se la giunta “avvierà un'indagine ufficiale, atta a escludere la possibilità di eventuali irreparabili danni al patrimonio monumentale dei beni potenzialmente presenti nell’area” e inoltre se “esistano rischi specifici per l’abitato di Cesi, vista la tutt’altro che perfetta condizione strutturale dell’area della Rocchetta. Coordinare e sollecitare un più sistematico e incisivo intervento in loco della soprintendenza, chiedendo ufficialmente l’insediamento di un ufficio statuale nella conca" anche alla luce delle condizioni "oggettivamente penose in cui versano da decenni taluni beni culturali a Terni (e nel circondario), quali villa Palma, la fontana di piazza Tacito, l’ex convento di colle dell’Oro, il teatro Verdi, le sempre più sbrecciate residue mura cittadine, le condizioni pessime delle stesse poche torri medievali rimaste, a voler tacere di molto altro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • La storia | "I miei inquilini sono morosi da mesi. Sto pagando tutto io". Lo sfogo di una cittadina di Terni

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Inizia il week-end "arancione". Ecco cosa si potrà fare e cosa no

Torna su
TerniToday è in caricamento