Percorso del Nera, i ternani sempre più innamorati: mancano i servizi necessari

L'Associazione consumatori Codici Terni osserva:"Solo qualche mano pietosa, ha posto delle buste di supermercato per supplire alla mancanza di sensibilità di chi ci amministra"

percorso nera

Una piacevole scoperta ormai nota a migliaia di cittadini ternani. Il percorso pedonale del fiume Nera, sotto Ponte Allende, è ormai diventato un luogo sempre più frequentato, soprattutto nel week end. I cittadini possono beneficiare di un paesaggio naturale suggestivo, attraversando il sentiero districato lungo le sponde del corso d’acqua. Il clima primaverile favorisce enormemente l’afflusso di persone che si stanno sempre più innamorando di un luogo rigenerato dagli interventi di bonifica. Tuttavia le problematiche emerse riguardano soprattutto la mancanza di servizi, come rimarcano l’Associazione consumatori Codici Terni

"Abbiamo notato che migliaia di persone percorrono le sponde del fiume “Nera” all’altezza di Ponte Allende, ove è posto il cartello “Parco Fluviale del Nera”. La bellezza del paesaggio è turbata dal fatto che lungo l’intero sito non è posto alcun cestino per raccogliere rifiuti o gli escrementi dei cani. Basta uscire dalla città e notare un maggior interesse da parte delle Pubbliche Amministrazioni per i propri beni e per i propri cittadini. Lungo il fiume Nera, solo qualche mano pietosa, ha posto delle buste di supermercato per supplire alla mancanza di sensibilità di chi ci amministra”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ed in effetti soprattutto lungo la sponda del Parco Fluviale si possono notare buste che alcuni cittadini hanno voluto lasciare per permettere di non sporcare l’area ai fruitori. Una zona già interessata da operazioni di pulizia grazie all’attività di volontariato dell’associazione Mi rifiuto in collaborazione con Contagio, associazione Arci ed i dipendenti dell'Asm. Il problema è duplice. Intanto dopo la manutenzione stanno tornando a crescere le piante che intralciavano la visibilità e non garantivano la sicurezza del percorso (le numerose siringhe ritrovate ne sono una testimonianza tangibile ndr). Inoltre ci sarà sempre un maggior afflusso da parte di persone ed animali al seguito, con esigenza di fruire quantomeno di cestini. Insomma ternani innamorati sì ma in attesa di novità su manutenzione e servizi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nella notte a Terni, commerciante trovato morto nel suo negozio

  • Coronavirus, scuole chiuse a Terni. La rabbia dei genitori: “Impossibile gestire la vita di una famiglia. Avvertiti troppo tardi”

  • Covid, le previsioni che spaventano: tra novembre e dicembre possibili più casi che nella fase 1

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento