Attualità

Pericoli a Terni, l’ex bar abbandonato a piazzale Senio tra degrado e spaccio di droga: “Una delle ferite aperte”

L’immobile di proprietà comunale è stato oggetto di dibattito nell’ultimo question time svoltosi da remoto dopo un’interrogazione presentata da Michele Rossi

Gli ultimi tragici accadimenti, hanno riportato in auge il tema dello spaccio ed il consumo di sostanze stupefacenti e droganti in città. Purtroppo proprio il quartiere San Giovanni è stato oggetto delle attenzioni mediatiche, a seguito della morte dei giovani Flavio e Gianluca avvenuta tra la notte del 6 e 7 luglio. Nel corso dell’ultimo question time l’assessore al patrimonio Orlando Masselli ha risposto ad un’interrogazione di Michele Rossi. Il capogruppo di Terni Civica ha sottolineato come l’ormai ex bar sito all’interno dell’ex parco Gommolandia sia: “In grave stato di abbandono. Inoltre c’è chi vi penetra, delinque in una zona frequentata anche da spacciatori”. Infine, nel contempo, la richiesta di sigillare gli ingressi della palazzina: “Su questo aspetto sono stato rassicurato”.

L’assessore Masselli ha delineato lo scenario in vista di una possibile svolta fissata per il mese di settembre: “L’oggetto è una delle ferite aperte del patrimonio comunale. Dalla gestione di una ditta concessionaria per poi passare al fallimento, alla revoca e contestuale rientro in possesso dell’amministrazione comunale. Purtroppo gli uffici del patrimonio non possono procedere con il bando poiché sono state fatte piccole opere abusive. E’ necessario attendere l’emissione dei verbali nonostante sia pronto”.  Attesa anche per Gommolandia: “L’amministrazione poteva riprendere l’area il 1 marzo senonché il decreto Salva Italia ha sospeso gli sgomberi spostati al primo settembre. Dopo quella data speriamo di mettere a bando entrambe le strutture”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pericoli a Terni, l’ex bar abbandonato a piazzale Senio tra degrado e spaccio di droga: “Una delle ferite aperte”

TerniToday è in caricamento