rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Attualità Borgo Rivo / Via Giambattista Vico

Pericoli a Terni “il tratto di marciapiede davanti alla chiesa ridotto da dieci anni in stato pietoso”. La risposta dell’assessore

Interrogazione del capogruppo di Terni Civica Michele Rossi concernente le condizioni della sede stradale e del marciapiede di Via Giambattista Vico

“Uno stato di degrado assoluto”. Il capogruppo di Terni Civica Michele Rossi ha posto l’accento sulle condizioni in cui versa via Giambattista Vico, arteria centrale della città che ospita, al suo interno, la chiesa di Santa Maria Regina. Attraverso lo strumento politico dell’interrogazione, ha sottoposto la questione all’assessore preposto Benedetta Salvati. Il vicesindaco ha fornito a Rossi una risposta scritta, dopo che l’atto era stato presentato nel corso dell’ultima seduta del question time.

Secondo quanto affermato all’interno dell’interrogazione “via Giovan Battista Vico versa in uno stato di degrado assoluto. Ad esempio sono almeno dieci anni che il tratto di marciapiede, davanti alla parrocchia di Santa Maria Regina, è ridotto in uno stato pietoso di impraticabilità. Recentemente si è proceduto a interventi di abbattimento delle barriere architettoniche sui marciapiedi di tutta la via. Tuttavia nulla è stato fatto per le mattonelle saltate, rotte o sconnesse”.

Obiettivi da perseguire: “Sarebbero necessari interventi di totale rifacimento sia per quanto riguarda lo stato ammalorato della strada che della pavimentazione dei marciapiedi. Tuttavia, anche con limitate risorse, si potrebbero sistemare le situazioni di pericolo e disagio per la pubblica incolumità. Nello stesso tempo occorre sollecitare una più continua pulizia delle tante aiuole presenti sul marciapiede”.

A replicare l’assessore ai lavori pubblici Benedetta Salvati: “I marciapiedi di via Vico, cosi come gran parte delle strutture pedonali della zona, sono caratterizzati da una pavimentazione in mattonelle di asfalto pressato largamente e diffusamente utilizzate durante gli anni 60, 70 e 80 risalenti allo scorso secolo. Le criticità evidenziate sono purtroppo fisiologiche e causate dal distacco dagli strati fondali e da un progressivo degrado dei leganti. Tramite dei lavori di manutenzione ordinaria è possibile recuperare la funzione e la sicurezza”. La precisazione: “Le politiche di gestione sono orientate alla progressiva sostituzione di tali tipologie di pavimentazione tramite interventi di manutenzione straordinaria, da pianificare e programmare sulla base delle disponibilità di bilancio e di capacità di indebitamento dell’Ente”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pericoli a Terni “il tratto di marciapiede davanti alla chiesa ridotto da dieci anni in stato pietoso”. La risposta dell’assessore

TerniToday è in caricamento