rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
Attualità Centro

Comune di Terni, le ali di Batman dividono la città: bagarre accesissima per la riqualificazione di piazza dell’Olmo

Ferve il dibattito per la riqualificazione della zona. Dalla petizione dei commercianti a chi vorrebbe ripristinare la struttura

Un primo intervento significativo è stato portato a compimento. Lo scorso 27 luglio il maltempo, abbattutosi sulla città, ha letteralmente sconvolto piazza dell’Olmo. Il forte vento infatti ha causato la caduta di alcuni rami i quali si sono abbattuti sulla tensostruttura, danneggiando fortemente uno dei piloni. Nelle ore successive il Comune di Terni, attraverso l’ufficio competente in materia, è intervenuto mediante un primo sopralluogo. A seguito di ciò è stato deciso di rimuovere la parte della tensostruttura danneggiata e procedere con il taglio dei rami pericolosi, per mettere in sicurezza la zona.

A distanza di oltre una settimana è dunque rimasta una sola vela. Nonostante la città sia semideserta, il dibattito è accesissimo, soprattutto in ottica futura. L’amministrazione infatti dovrà valutare cosa fare ossia se ripristinare completamente la tensostruttura o rimuovere l’altra vela, per poi orientarsi su un nuovo progetto. Le verifiche sugli alberi sono terminate, ed ora si attende la relazione conclusiva. Se dalla parte della maggioranza, seppur ufficialmente, non sono emersi dei pareri a riguardo per ciò che concerne l’opposizione a difesa delle ‘ali di Batman’ (ribattezzate in modo simpatico negli anni scorsi dai cittadini) sono sopraggiunti Alessandro Gentiletti di Senso civico e di Tiziana De Angelis e Francesco Filipponi. I consiglieri del Pd avevano anche ricordato un aspetto non secondario. L’intervento realizzato all'epoca: “Aveva visto la partecipazione volontaria di decine di operatori economici di quell'area che hanno deciso anche di contribuire economicamente per sistemare una zona ad alta socialità. Un apporto determinante di piccoli imprenditori che hanno consentito di realizzare i lavori”.

E proprio all’interno di piazza dell’Olmo a tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione dell’opera, è stata dedicata una targhetta che compare tra il lastricato. Dall’altra parte è stata attivata una petizione, per richiedere la rimozione completa della tensostruttura. “Visto il danneggiamento della struttura pubblica sita a Piazza dell’Olmo – si legge all’interno del documento– i commercianti ed i residenti richiedono la rimozione della stessa per la riqualificazione della piazza”. Al momento l’obiettivo è l’intervento sugli arbusti, prima di ipotizzare la possibile soluzione per la zona”. Non sarebbero i soli. Infatti da ciò che emerge nei commenti sui social sono diverse le richieste di rimozione della seconda parte della tensostruttura. Di sicuro per piazza dell’Olmo è previsto un progetto di riqualificazione che dovrà passare, gioco forza, sulla decisione di mantenere - o meno – le ‘ali di Batman’.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune di Terni, le ali di Batman dividono la città: bagarre accesissima per la riqualificazione di piazza dell’Olmo

TerniToday è in caricamento