Domenica, 17 Ottobre 2021
Attualità Piazza Cornelio Tacito

Piazza Cornelio Tacito, svelato il progetto: “Tornerà alle origini del 1936 restituendo la visione della bellezza architettonica”

Incontro tra il vicesindaco ed assessore ai lavori pubblici Benedetta Salvati il presidente e la consigliera dell’Ordine Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Terni ossia Stefano Cecere e Vanessa Salvo

Il progetto di rimodernamento di piazza Tacito, al centro di un incontro tenutosi tra l’assessore ai lavori pubblici Benedetta Salvati, il presidente e la consigliera dell’Ordine Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Terni ossia Stefano Cecere e Vanessa Salvo. Proprio il presidente Cecere ha fatto il punto della situazione - in merito agli interventi che verranno realizzati - a seguito di tale confronto: “Come suggerito anche dalla Soprintendenza, lo svincolo sarà liberato nelle parti prospicienti la Fontana e sarà lasciata libera l’intera superficie”. L’intento è quello di restituire la visione della bellezza architettonica della piazza, così come fu progettata dagli architetti Mario Ridolfi e Mario Fagiolo nel 1933-34 e completata, con modificazioni esecutive, nel 1936.

A tal proposito saranno ricollocate altrove, le colonnine per la ricarica delle vetture elettriche e non saranno ripristinati i parcheggi al centro dello slargo. Pertanto, il progetto di rimodulazione della circolazione stradale non prevederà più la creazione di uno spazio centrale circolare per i flussi di traffico, come era stato proposto da Palazzo Spada. Una eventualità di sviluppo urbanistico della piazza che aveva messo in allarme i professionisti ternani e portato ad avere un confronto. “Rispettando, inoltre, la funzionalità attuale della piazza con una parte riservata al passaggio pedonale ed una dedicata al transito dei veicoli, si consente di dare vitalità e la giusta valorizzazione alla piazza più importante di Terni ed alla sua storica Fontana di recente ristrutturazione e restauro. Non ci sono state considerazioni contrarie, ma pieno accordo sul futuro della piazza.”

Nel contempo con la ratifica del consiglio comunale, l'amministrazione ha dato il via al rifacimento conclusivo della piazza principale della città, con un progetto da 200 mila euro riguardante unarea di oltre 1.000 metri quadrati e riguardante la circolazione stradale e gli elementi lapidei della pavimentazione. Tornerà alle origini del 1936, dunque, la struttura della piazza Cornelio Tacito, dando risalto non solo alla Fontana Monumentale dello Zodiaco ma anche alla soluzione architettonica delle quinte arboree adottata da Ridolfi e Fagiolo - su suggerimento di Marcello Piacentini (il più prestigioso architetto componente della commissione del concorso della Fontana del 1932).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Cornelio Tacito, svelato il progetto: “Tornerà alle origini del 1936 restituendo la visione della bellezza architettonica”

TerniToday è in caricamento