rotate-mobile
Sabato, 20 Aprile 2024
Attualità

Piediluco, un mese per rimuovere le barche abbandonate: arriva l’ordinanza

Il provvedimento dopo un iter lungo diversi mesi. L’assessore Aniello: “Oltre la scadenza, non esiteremo a smaltire diversamente tali materiali” | DOCUMENTO

Barche abbandonate a Piediluco, arriva l’ordinanza del Comune di Terni sulla rimozione. L’assessore comunale all’ambiente Mascia Aniello, che oltre a fare il punto della situazione sulla zona, ha spostato l’attenzione proprio sulle quasi venti barche abbandonate e semi affondate presenti anche lungolago. Come specificato dall’assessore, i proprietari a seguito dell’ordinanza avranno trenta giorni di tempo per provvedere alla rimozione, altrimenti “non esiteremo a smaltire diversamente tali materiali, senza accogliere qualsivoglia pretesa di ristoro o risarcimento”, sottolinea l’Aniello. 

“Alcuni di questi rottami - si legge - sono tuttora 'parcheggiati' persino lungolago, relitti che la politica locale ha sempre lasciato lì per un malinteso quieto vivere clientelare, uno status quo semidemenziale. E taluni ancor oggi vi si oppongono con argomenti risibili, sostenendo che avremmo speso 'tanti soldi' per portarle in discarica. L'iter amministrativo ha impiegato molti mesi. La polizia locale, presente anche oggi a Piediluco, sta contando un numero ulteriore di barchette abbandonate, superiore alle sedici inizialmente contate, lasciate incivilmente e vigliaccamente fuori e dentro lo specchio d’acqua”. 

“Proprio oggi il sindaco ha dunque emesso un’ordinanza. I proprietari avranno non più di 30 giorni per rimuoverle. Dopodiché non esiteremo a smaltire diversamente tali materiali, senza accogliere qualsivoglia pretesa di ristoro o risarcimento”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piediluco, un mese per rimuovere le barche abbandonate: arriva l’ordinanza

TerniToday è in caricamento