Piediluco e canottaggio: “Il sindaco Latini firmi il protocollo per l’omologazione del campo di gara”

Il consigliere regionale Fiorini invita il primo cittadino ad accelerare sul nuovo centro remiero in vista dei Mondiali del 2021

Una certezza che è più un invito ad accelerare i tempi quello del consigliere regionale Fiorini nei confronti del sindaco di Terni. L’ex esponente della Lega, infatti, si riaggancia alle ultime vicende legate al centro remiero di Piediluco: “Sono convinto che il sindaco firmerà quanto prima il protocollo d'intesa per omologare il campo delle gare di canottaggio agli standard internazionali e riqualificare il centro remiero di Piediluco. Un protocollo sul quale diversi soggetti, dalla Regione dell'Umbria alla Fondazione Carit, alla Federazione italiana canottaggio, alla Erg hanno già trovato l'accordo”.

Una firma necessaria, continua Fiorini, per valorizzare “il lago e l'intera area di Piediluco sotto il profilo turistico-ricettivo. Non dimentichiamo che il 2021 sarà l'anno dei campionati mondiali di canottaggio e, per quanto mi riguarda, il borgo di Piediluco deve essere in prima fila e prontissimo ad ospitare un evento così importante. La presenza fissa della Federazione italiana di canottaggio con il suo centro remiero D’Aloja rinnovato e meglio organizzato, rispettoso degli standard internazionali, aumenterà il numero degli sportivi professionisti e dilettanti, incrementando le presenze turistiche dell'area con forti benefici immediati e futuri per l'economia locale. Il presidente della Federazione italiana canottaggio, Giuseppe Abbagnale, ci ha già ricordato che a Piediluco si allena la nostra squadra nazionale e si è dichiarato orgoglioso di poter avanzare quanto prima la candidatura di Piediluco per ospitare un evento internazionale. Come non si può essere d'accordo con lui?”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Non è più il tempo dei tentennamenti - conclude Fiorini - anche perché i finanziamenti sono vincolati e soggetti a un preciso termine e, quindi, possono tornare al mittente. Ma Piediluco, Terni e l'Umbria non possono sbagliare un rigore del genere né, credo, lo stesso amico Latini possa permetterselo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Addio a Maria Chiara. Mons. Piemontese: "Non esiste un'app "Immuni" per la droga. La felicità è altrove"

  • Ospedale di Terni, ulteriore stretta sugli accessi: i provvedimenti attuati per limitare la diffusione del Coronavirus

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento