rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Attualità

Terni, la pista ciclabile ‘divide’ l’opinione pubblica cittadina: “Proseguono le soste selvagge nonostante il cantiere” FOTO

Il tratto di via Curio Dentato oggetto del dibattito tra i cittadini. Due gli atti di indirizzo presentati per la ciclabile che collega la stazione al polo universitario di Pentima

Un tema divenuto di ‘tendenza’ negli ultimi giorni. Il completamento della pista ciclabile stazione-Pentima è divenuto oggetto di un dibattito fervente che ha coinvolto, come spesso accade, anche esponenti della politica locale. A tal proposito il capogruppo di Forza Italia Francesco Maria Ferranti e gli esponenti del Pd e Innovare per Terni hanno presentato due distinte interrogazioni, per focalizzare l’attenzione sulle possibili criticità afferenti alla circolazione stradale. Il consigliere azzurro, in particolare, si è soffermato sul tratto di via Curio Dentato dichiarando che: “Ho sottoposto il tema dell’apertura del cantiere, per la realizzazione della pista ciclabile tra la stazione e Pentima che passando nell’intersezione tra viale Brin e viale Curio Dentato, oltre a sottrarre diversi posti auto, arrecherà disagi e congestioni del traffico”.

Alla nostra redazione giunge una segnalazione, proprio proveniente da via Curio Dentato, dove si stanno completando i lavori: “Le soste selvagge proseguono, nonostante il cantiere. Alcuni veicoli infatti vengono parcheggiati all’interno della porzione di strada dedicata alla ciclabile”. La riduzione degli spazi per parcheggiare, oltre che il restringimento dell’arteria, sono i due argomenti che hanno generato dibattito acceso. Occorre sottolineare che lungo via Curio Dentato era diventato malcostume lasciare i veicoli nonostante i divieti. Pertanto la ciclabile non sottrae parcheggi, anzi – seppur involontariamente – elimina questo annoso problema.

Ciclabile stazione Pentima

La riflessione sorge naturale, ogniqualvolta sorgono i cantieri per la realizzazione dei segmenti cittadini. Era già capitato in via Lungonera Savoia, per poi proseguire anche lungo viale Trento. Infine ecco viale Brin e via Curio Dentato oggetto del confronto e della polemica. Da una parte è comprensibile la rimostranza del cittadino che si vede limitare lo spazio disponibile da utilizzare. Tuttavia, altro elemento da prendere a debita considerazione, una città pianeggiate come Terni detiene tutte le caratteristiche per ‘trasformarsi’ in capoluogo orientato alla mobilità sostenibile. E’ la mentalità che va cambiata e sulla quale lavorare. Accade anche per andare in centro.

L’amministrazione comunale, in tal senso, ha intenzione di sperimentare l’apertura della Zona traffico limitato per favorire un movimento continuo di persone, in prossimità delle attività commerciali. Non è affatto sbagliato venire incontro al commercio e cercare di risollevare il cuore pulsante del capoluogo. E’ altresì sbagliato pensare di fare shopping al centro arrivando in macchina, a stretto ridosso del singolo locale. Una questione puramente di mentalità. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni, la pista ciclabile ‘divide’ l’opinione pubblica cittadina: “Proseguono le soste selvagge nonostante il cantiere” FOTO

TerniToday è in caricamento