Più luce e meno alcol, il Black Friday lancia il Natale

Accensione in anticipo per le luminarie natalizie, fino al 22 dicembre torna l'ordinanza che vieta la vendita di alcolici da asporto in centro

La stella di Miranda

Più luci, meno alcol. Il Natale a Terni inizia domani e - in concomitanza con il Black Friday - si accenderanno anche le luminarie natalizie, in anticipo rispetto agli altri anni. Una proposta avanzata da Confartigianato, in accordo con le altre associazioni di categoria, che hanno chiesto e ottenuto dal Comune di poter illimuninare il centro in una giornata ormai divenuta fondamentale per lo shopping pre-natalizio. Sarà accesa invece regolarmente l'8 dicembre, come da tradizione, la Stella di Miranda che martedì si è improvvisamente illuminata per delle prove in corso.  

E da domani sarà nuovamente in vigore anche l'ordinanza anti alcol e degrado che ciclicamente ripropone l'amministrazione comunale in particolare occasioni. Fino al 22 dicembre, dunque, dalle 22 alle 24 di venerdì e sabato sarà vietata la vendita per asporto di bevande alcoliche di qualunque gradazione nel perimetro compreso tra via Mazzini, piazza Buozzi, via Castello, via Cerquetelli, rotonda R. Angelini, via Lungonera G. Cimarelli, rotonda dei Partigiani, via Guglielmi, via Vittime delle Foibe, rotonda Obelisco Lancia di Luce, corso del Popolo, via Annunziata, piazzale Briccialdi, via Giannelli, largo Ottaviani, largo Micheli, via della Rinascita, via Battisti e piazza Tacito. 

Il divieto - si legge nell'ordinanza - si applicherà ai titolari e ai gestori di attività commerciali di vendita al dettaglio incluse quelle su aree pubbliche o tramite distributori automatici, pubblici esercizi, strutture ricettive, attività artigianali legittimate alla vendita al dettaglio. Le multe per chi sgarra vanno dagli 80 ai 480 euro. Sarà invece consentita la somministrazione di bevande alcoliche di qualunque gradazione all’interno di pubblici esercizi e sulle rispettive aree o spazi pertinenziali regolarmente autorizzati "con responsabilizzazione degli esercenti per la corretta applicazione dell’ordinanza e per l’adozione nei confronti degli avventori delle necessarie misure di controllo, adottando ogni cautela possibile, e sono altresì invitati a rimuovere con sollecitudine, nel caso di servizio assistito al tavolo, i contenitori in vetro o in altri materiali utilizzati per la somministrazione". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • La storia | "I miei inquilini sono morosi da mesi. Sto pagando tutto io". Lo sfogo di una cittadina di Terni

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

Torna su
TerniToday è in caricamento