Martedì, 28 Settembre 2021
Attualità

"Politiche di prevenzione assenti". L'attacco del gruppo consiliare "Uniti per Terni" sullo spaccio e consumo di droga in città

Duro attacco del gruppo di opposizione: "Sul versante della prevenzione, del recupero, della informazione sui disastri della droga in questi mesi non si è fatto nulla"

Tornano sulle recenti parole del procuratore capo di Terni, Alberto Liguori, i consiglieri comunali di opposizione del gruppo "Uniti per Terni" (Paola Pincardini, Annamaria Leonelli, Valdimiro Orsini), che hanno nuovamente stigmatizzato la situazione tentacolare della criminalità organizzata in città: "Le parole del procuratore - dichiarano - ci colpiscono e ancora di più ci colpisce il silenzio con il quale le istituzioni locali le hanno accolte.

La denuncia del procuratore sulle infiltrazioni economiche della criminalità organizzata e sulla indifferenza nei confronti del consumo delle droghe da parte dei giovani e giovanissimi è pesante, è un autentico grido di allarme che non può essere lasciato inascoltato soprattutto in un territorio che ha pagato un prezzo altissimo, con il decesso di ragazzi e ragazze molto giovani.   

Registriamo con grandissima amarezza - proseguono i consiglieri - che sul versante della prevenzione, del recupero, della informazione sui disastri della droga in questi mesi non si è fatto  nulla. Tutta la problematica giovanile è avvolta da grande disinteresse. I mesi di lockdown non hanno visto solo isolamento e abbandono. La chiusura delle scuole non ha visto progetti alternativi  e ancora oggi non c'è traccia di iniziative di ascolto, di socializzazione, di formazione. Prendiamo atto con grande delusione che in questo comune  le politiche giovanili sono del tutto assenti e che si parla di giovani solo in relazione alla movida e alle sue degenerazioni". 

Quindi, una stoccata alla maggioranza: "Segnialiamo all'amministrazione comunale che le risorse sul sociale non mancano e che soprattutto Terni è una città ricca di associazioni e volontari che andrebbero coinvolti, così come il mondo della scuola e dello sport. Certo occorre lavoro, approfondimento. Del tutto inutili i proclami e gli approcci ideologici che pure sono una caratteristica di questa amministrazione comunale. Pensare di poter affrontare il tema della sicurezza e della prevenzione e coesione sociale installando telecamere e quanto meno riduttivo. Ci auguriamo - concludono - che almeno questa volta l'amministrazione comunale si scuota e si metta al lavoro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Politiche di prevenzione assenti". L'attacco del gruppo consiliare "Uniti per Terni" sullo spaccio e consumo di droga in città

TerniToday è in caricamento