rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Attualità

Polizia commerciale a Terni, quasi 6500 controlli e 144 sanzioni: “Potenziato il servizio per verificare la vendita di alcolici a minori”

L’assessore Giovanna Scarcia ha replicato ad un’interrogazione del capogruppo Michele Rossi: “Quattro unità operative per i monitoraggi in città”

Una corsa al rialzo dei prezzi che ha generato preoccupazioni diffuse. Il capogruppo di Terni civica Michele Rossi ha presentato un’interrogazione, sottoponendo il tema – nel corso del Question time natalizio – all’attenzione dell’assessore preposto Giovanna Scarcia. E’ stata occasione per conoscere nel dettaglio l’attività svolta dalla polizia commerciale, impiegata in quattro unità all’interno della città ed i contestuali controlli effettuati nel corso dell’anno.

Il capogruppo civico Michele Rossi ha esposto l’atto ricordando che: “Recentemente si è appreso dai media locali che i prezzi di alcuni prodotti al dettaglio nella nostra città sono tra i più alti del centro Italia. Come riportato da molti consumatori si avverte una preoccupante corsa al rialzo dei prezzi con una media superiore alle altre città. Oltre alla finalità statistica è necessario vigilare sui prezzi in questo momento di grave e pesante difficoltà economica di molte famiglie, al fine di individuare coloro che ingiustificatamente per sola speculazione innalzano i prezzi dei prodotti”.

L’assessore Giovanna Scarcia, in riferimento all’attività della polizia locale, nucleo commerciale ha enunciato i dati che riguardano l’anno in corso con data ultima di riferimento al 18 dicembre. “Sono quattro le unità operative sul territorio che hanno effettuato 6459 interventi ripartiti tra controlli e sopralluoghi. Nella fattispecie 27 monitoraggi su attività ricettive, 388 esercizi commerciali su area privata, 53 esercizi pubblici in orario notturno, 379 su orario diurno, 819 esercenti il commercio su area pubblica, 4500 esercenti il commercio su area pubblica presso il mercato settimanale”.

Ed ancora: “Cinquantadue controlli su produttori dei propri fondi, 6 operatori del mercato coperto, 59 attività artigianali, 25 circoli privati, 9 sale giochi, undici attività ex art. 68 Tulps, uno altre attività con licenza di polizia, sedici distributori di carburante, dieci operatori periodo di carnevale, una agenzia di viaggio, venti operatori luna park, 73 forme speciali di vendita, 4 tassametri taxi e sei esposti fatti e quindi evasi”.

A seguito dei monitoraggi sono emerse 144 violazioni amministrative e/o penali. Tra queste undici sanzioni per ordinanza antirumore, ventitré per eccedenza occupazione suolo pubblico mercati, una per musica difforme durante Umbria Jazz, sedici per la mancata valutazione impatto acustico, tre articolo 68 Tulps che portano alla chiusura dell’esercizio, trenta per occupazioni abusive suolo pubblico e quattro per contraffazioni. L’assessore Giovanna Scarcia ha poi aggiunto: “Il personale, oltre ad essere impiegato nelle fiere e durante il mercato settimanale, esegue controlli su tutte le attività produttive finalizzate alla verifica della pubblicità ed etichettatura dei prezzi, andando in borghese ed è impiegato per la verifica della somministrazione e vendita degli alcolici ai minori. Tale servizio è stato potenziato negli ultimi mesi.”

Inoltre: “Allo stato attuale la normativa di riferimento non contempla ‘aumenti ingiustificati’ dei prezzi ed eventuali controlli riguardano in particolare l’analisi dei costi di acquisto ineriscono aspetti fiscali sottratti alla competenza della polizia locale e che il fenomeno attiene sicuramente ad una ampia disamina di natura economico e finanziaria”.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polizia commerciale a Terni, quasi 6500 controlli e 144 sanzioni: “Potenziato il servizio per verificare la vendita di alcolici a minori”

TerniToday è in caricamento