Polo museale al bivio, il Comune si riprende gli spazi espositivi e 'spacchetta' i teatri

Il timore di un'altra gara deserta è fortissimo, Palazzo Spada cerca soluzioni altrenative e mette sul piatto 'gli oggetti' più appetibili. Ma la decisione non arriverà subito

Gestione ‘in house’ dei musei, il resto ‘spacchettato’. Si va verso questa soluzione per il polo museale e teatrale della città, un rimedio che Palazzo Spada sta studiando per evitare un’altra gara ‘deserta dopo il primo flop. Il vice sindaco e assessore alla Cultura Andrea Giuli incontrerà dirigenti, funzionari e tecnici comunali del settore per decidere il metodo più adeguato. Agli attuali gestori, ovvero Indisciplinarte, Civita, Alis e Actl, è stata concessa una proroga di due mesi visto che il loro appalto sarebbe scaduto il 31 ottobre: tempi troppo stretti, con il Comune che si sarebbe per forza di cose trovato davanti a un’altra gara senza alcun esito e senza neppure una busta da aprire. Fino a oggi, infatti, non è arrivata neppure una sola richiesta di partecipazione. Il problema è sempre il solito: i soldi, troppo pochi per gestire un patrimonio non del tutto irrilevante come il polo museale e teatrale. Si parla del teatro Secci, del Caos, dell’anfiteatro romano e del Paleolab. La cifra dell’attuale bando in corso vede, per una gestione qunquennale, un valore complessivo di base pari a 711 mila e 823 euro. Alla prima gara con scadenza il 10 luglio non c’era stato alcun operatore a prendersi la briga di partecipare. Un bel grattacapo per il Comune che si è ritrovato a rimettere mano alla procedura di gara con un bando revisionato e snellito dal quale è stato scorporato il sito di Carsulae ora a gara con il sito della cascata delle Marmore. Tra i servizi previsti nel bando ci sono quelli editoriali e di vendita, la gestione della biblioteca museale, la produzione di oggettistica, l’accoglienza del pubblico, le attività didattiche, la ristorazione, l’organizzazione di mostre, manifestazioni culturali e iniziative promozionali, la vigilanza, la pulizia e la biglietteria. Per i servizi relativi al sistema teatrale sono previsti l’accoglienza del pubblico, la ristorazione, la pulizia, la vigilanza e la biglietteria. Al momento sono una ventina le persone che lavorano per il sistema museale ternano nell’ambito dell'appalto che la cordata attuale si è aggiudicata nel 2014, oltre ai lavoratori dei servizi accessori, dalle pulizie all’assistenza tecnica. L’attuale cordata non sembra affatto disposta a proseguire oltre con la gestione né a ripresentarsi, cosa del resto che aveva già fatto anche col primo bando.  Ora dunque il Comune ci ripensa e si riprende la gestione dei musei e degli spazi espositivi. Tutto ciò che resta di più ‘appetibile’, soprattutto il teatro, il Caos con il Fat, sarà messo a gara. C’è però da capire come. Lo spacchettamento potrebbe essere doppio, con un bando per il teatro e l’anfiteatro e un altro per il Caos, ma le idee non sono ancora chiare. L’obiettivo, in ogni caso, è di non fare un altro salto nel vuoto.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nella notte a Terni, commerciante trovato morto nel suo negozio

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Addio a Maria Chiara. Mons. Piemontese: "Non esiste un'app "Immuni" per la droga. La felicità è altrove"

  • "Sognava di diventare medico". Gli amici e le istituzioni ricordano Maria Chiara. Oggi l'autopsia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento