Lunedì, 20 Settembre 2021
Attualità

Ponte sul Lago di Corbara riaperto al traffico pesante: “Senso unico alternato ad esclusione dei trasporti eccezionali”

Il ponte era stato chiuso in seguito a un controllo periodico nell’ambito del quale i tecnici Anas avevano rilevato criticità strutturali su una delle campate

foto di repertorio

Novità per il ponte sul Lago di Corbara, collocato lungo la strada stradale 448 ‘Di Baschi’. L’infrastruttura è stata riaperta ai mezzi pesanti con traffico consentito quindi a tutti i veicoli, ad esclusione dei trasporti eccezionali. Per consentire il completamento degli interventi, la circolazione resta temporaneamente regolata a senso unico alternato, mediante semaforo posizionato in corrispondenza del cantiere. Il ponte era stato chiuso in seguito a un controllo periodico, nell’ambito del quale i tecnici Anas avevano rilevato criticità strutturali su una delle campate. Per ridurre i tempi di riapertura e contenere così i disagi al traffico, Anas aveva quindi pianificato un intervento in due fasi: una prima per riaprire in modalità provvisoria nel più breve tempo possibile e una seconda fase di completamento per la riapertura definitiva.

 La prima fase ha riguardato, in particolare, la messa in sicurezza della trave danneggiata tramite il montaggio di una trave provvisoria in acciaio, consentendo di riaprire al traffico l’opera in tempi eccezionalmente contenuti (circa un mese). Per ciò che concerne la seconda fase dell’intervento, in fase di ultimazione, ha riguardato il consolidamento di altre parti dell’opera consentendo la riapertura anche ai mezzi pesanti. L’intervento, del valore complessivo di circa 1,8 milioni di euro, è stato affidato a progettisti e imprese specializzate nell’ambito di Accordi quadro, già stipulati da Anas in precedenza, i quali hanno quindi consentito di ridurre a zero i tempi di affidamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte sul Lago di Corbara riaperto al traffico pesante: “Senso unico alternato ad esclusione dei trasporti eccezionali”

TerniToday è in caricamento