"Portiamo il mercatino infrasettimanale in centro", la proposta di Confcommercio Terni per rivitalizzare il commercio

La proposta del presidente, Stefano Lupi, per rianimare il commercio in centro: "O in Corso del Popolo e parte di Largo Frankl, dove attualmente si svolgono alcune importanti fiere cittadine, oppure l’area dei Giardini della Passeggiata e zone limitrofe".

La chiusura a domino delle attività commerciali in centro e il baratro nel quale sta sprofondando il pil ternano, ha bisogno di interventi di "rianimazione commerciale". È questo il senso dell'intervento del presidente di Confcommercio Terni, Stefano Lupi, che sollecita l'amministrazione comunale a prendere posizione per rimmettere in circolo nuovi progetti di rivitalizzazione delle attività commerciali in città. Il primo passo, secondo Confecommercio, è spostare il mercatino infrasettimanale in centro città. 

“Le chiusure dei negozi ed i trasferimenti di importanti catene di franchising - osserva Lupi - attestano la sofferenza delle attività commerciali a Terni. Da tempo chiediamo al comune di Terni scelte immediate, politiche coraggiose ed innovative, volte a sostenere il commercio nei mutati contesti economici e sociali. Noi diciamo basta ad interventi sporadici, riguardanti solo iniziative di animazione estemporanea. 

I processi di rigenerazione urbana - prosegue il presidente di Confcommercio - sono una necessità ed una opportunità, da realizzarsi con un approccio integrato tra interventi edilizi ed urbanistici, scelte di accessibilità e mobilità, misure di rivitalizzazione del tessuto economico e sociale.

Il commercio e i servizi di prossimità svolgono in tutto ciò un ruolo importante anche per l’inclusione delle categorie più deboli, affiancandosi con titolarità allo sviluppo di un manifatturiero dinamico ed innovativo.  

I silenzi delle istituzioni

Quindi la denuncia: "Registriamo ad oggi mancate risposte ed incomprensibili silenzi. Siamo ancora in attesa dell’atto di programmazione urbanistico-commerciale in materia di medie e grandi superfici di vendita: atto dovuto, ormai da anni, per dare una definitiva attuazione alla vigente legge regionale sul commercio, oltre che passaggio importante nelle strategie in materia di sostegno al piccolo commercio cittadino.

Nessuna evidenza inoltre, per la definizione di nuovi processi di rigenerazione urbana od anche del completamento di quelli bloccati, la cui realizzazione potrebbe innescare potenzialità di ripresa e sviluppo anche per il piccolo commercio cittadino: un esempio è la mancata  risoluzione della vicenda del vecchio Mercato Coperto e collegata rivitalizzazione del mercato di Largo Manni. Poco incoraggiante è anche la questione del temporaneo trasferimento del mercatino infrasettimanale. Non si è riusciti ad individuare una localizzazione idonea. L’area Staino ha evidenziato limiti sia per gli operatori che per i cittadini. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La proposta

Infine, la proposta che, secondo Lupi, può essere considerato un primo segnale di cambiamento: "A nostro avviso la soluzione più idonea è quella del centro città, che consentirebbe parimenti una migliore fruibilità ed un risparmio economico da parte dell’Ente. La nostra proposta riguarda Corso del Popolo e parte di Largo Frankl, dove attualmente si svolgono alcune importanti fiere cittadine, oppure l’area dei Giardini della Passeggiata e zone limitrofe, escludendo la parte relativa al Parco giochi per i bambini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Addio a Maria Chiara. Mons. Piemontese: "Non esiste un'app "Immuni" per la droga. La felicità è altrove"

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento