rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Attualità

“Umorismo goliardico tipicamente maschile di bassissimo livello”. Post del Presidente della Provincia Lattanzi nel mirino di Fratelli d’Italia

L’intervento congiunto sottoscritto da Proietti, Santini, Braghiroli, Pepegna, Montagna, Casasole, Nesoti, Poggiani, Chiari e Chiaramonti dopo un post comparso sulla pagina del presidente della Provincia Giampiero Lattanzi

“Chi di social ferisce, di social perisce”. Un post di Giampiero Lattanzi, presidente della Provincia di Terni e sindaco di Guardea, è finito nel mirino delle esponenti di Fratelli d’Italia.

“Chi di social ferisce, di social perisce o quantomeno rischia di pagare pegno” esordiscono nella nota congiunta Elena Proietti, assessore alle pari opportunità FdI Terni, Monia Santini, consigliera comunale e provinciale FdI Terni, Patrizia Braghiroli, consigliera comunale e capogruppo FdI Terni, Rita Pepegna, consigliera comunale FdI Terni, Roberta Montagna, consigliera comunale FdI Terni, Beatrice Casasole, consigliera comunale FdI Orvieto, Simona Nesoti, consigliera comunale con deleghe FdI Giove, Rebecca Poggiani, consigliera comunale FdI Istreetfood Terni Narni; Barbara Chiaramonti, consigliera comunale FdI Narni, Fiorella Ciani, responsabile dipartimento pari opportunità FdI Umbria e Barbara Chiaramonti, consigliera comunale FdI Narni.

“Come nel caso del post riportato, sicuramente in linea con un genere di umorismo goliardico tipicamente maschile di bassissimo livello che non si accosterebbe bene nemmeno alle osterie di un tempo, ma che mette in luce in maniera eclatante i luoghi comuni esistenti dai secoli dei secoli nei confronti del sesso femminile, e sottolineiamo femminile senza nessun equivoco di sorta”.

Secondo le firmatarie, "sarebbe già molto poco giustificabile un post del genere - come si vede dai like ricevuti, dal numero dei commenti e dal numero delle condivisioni ottenute in solo un’ora di pubblicazione ha subito riscosso grande successo di cameratismo di genere – se lo avesse pubblicato una persona qualsiasi. In questo caso – sottolineano - si tratta di una persona che ricopre una carica pubblica, anzi due ossia quella di sindaco e quella di presidente di Provincia. Ma a condire un po' il tutto, che già basterebbe e avanzerebbe, sta il fatto che il povero malcapitato non solo si diverte a 'cazzeggiare' come scrive appunto goliardicamente con terribili doppi sensi, ma vigliaccamente – forse perché ben consigliato o magari bacchettato da qualcuno a dovere – dopo poco cancella il post quatto quatto senza tener conto che, purtroppo, c’è sempre qualcuno di buon cuore e anche buon cervello che può averli letti e salvati”.

Ed ancora: “Che grande tristezza signor presidente della Provincia di Terni nonché sindaco di Guardea: non ha avuto nemmeno il coraggio di mantenere la faccia e continuare a veicolare tristi messaggi scontati e sessisti dopo averli prodotti o quantomeno copiati e condivisi, che nella sua veste istituzionale, seppur da profilo privato, non è certo meno grave.  Tutte le donne immaginiamo, davvero con grande ansia attendono che lei produca qualche altra perla per l’ora del “cazzeggio”. 

In allegato riportiamo il post riportato dalla pagina facebook di Fratelli d’Italia.

post-4

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Umorismo goliardico tipicamente maschile di bassissimo livello”. Post del Presidente della Provincia Lattanzi nel mirino di Fratelli d’Italia

TerniToday è in caricamento