rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Attualità

Presepe di San Cristoforo: “Una nuova disposizione per abbracciare virtualmente tutti i visitatori dell’opera presepiale”

Rinnovata la tradizione all’interno di una delle chiese collocate nel centro cittadino. Dopo due anni contrassegnati dalla pandemia i visitatori sono aumentati in modo esponenziale

Una nuova disposizione per il presepe di San Cristoforo, chiesa collocata all’interno del centro cittadino. Ad ideare e realizzare l’opera sono cinque volontari e parrocchiani ossia Michela, Carlo, Francesco, Margherita e Toni. Dallo scorso 20 novembre vi hanno lavorato ininterrottamente per consentire ai visitatori di poter ammirare con i propri occhi la rappresentazione della Natività. Rispetto allo scorso anno è possibile constatare alcune novità che sono state messe appunto.

Alla nostra redazione di www.ternitoday.it raccontano: “Il presepe si dispone su una cinquantina di metri quadri. Il fulcro naturalmente è rappresentato dalla Natività che resta nella parte centrale ed apicale. Tuttavia la nuova disposizione a semicerchio è stata pensata e prospettata per dare la sensazione di abbracciare tutti coloro i quali sono passati e lo visiteranno. Una similitudine ereditata da ciò che rappresenta il presepe e può essere pensato nel momento in cui i pastori andarono a salutare il bambinello appena nato, ricevendo affetto e gratitudine”.

Ulteriori novità apportate: “Ci sono più statuine, ad esempio. Abbiamo realizzato manualmente due suonatori (clarinetto e chitarra) ed un’altra statua raffigurante il guardiano dei maiali, aggiungendo ulteriori animali. Inoltre cerchiamo sempre di ponderare il tutto con le misurazioni pertanto eliminiamo tutte le statuine che non sono compatibili con la Natività del momento”.

I feedback ricevuti: “Ricevere tanti complimenti ci riempie il cuore. Tante telefonate, altrettanti messaggi anche arrivati sui canali social. Una signora cresciuta a Terni ora residente fuori, passata per caso, si è commossa nel vederlo. L’affluenza è sicuramente diversa, poiché – ad esempio – lo scorso anno la pandemia aveva naturalmente fortemente limitato gli accessi”. Come da tradizione il presepe sarà visitabile fino alla candelora. Infine una curiosità: “Invitiamo tutti i lettori a passare in prossimità dell’Epifania quando posizioneremo i magi vestiti con tessuti preziosi”. Un ulteriore motivo per esserci!. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presepe di San Cristoforo: “Una nuova disposizione per abbracciare virtualmente tutti i visitatori dell’opera presepiale”

TerniToday è in caricamento