rotate-mobile
Attualità

Piogge e temporali, per il meteo la settimana andrà sull’altalena. A rischio anche il weekend

Le previsioni per i prossimi giorni: il maltempo sarà protagonista soprattutto fra giovedì e venerdì, gli scenari per la festa della Repubblica

La fine di questo mese di maggio e l’inizio di giugno sembrano destinati ad essere segnati dal maltempo. Che, soprattutto fra giovedì e venerdì (30 e 31 maggio) potrebbe colpire in modo particolare il centro Italia. Ma ecco nel dettaglio le previsioni per i prossimi giorni secondo l’analisi dei meteorologi di 3bmeteo.com.

“Il nuovo fronte provenuto dalla Francia che nel corso di ieri, lunedì, ha raggiunto l’Italia a partire dal nordovest – spiegano gli esperti - si sta spostando verso levante e nella notte ha provocato rovesci e qualche temporale tra Lombardia e nordest. Con il suo ramo più meridionale, si inoltra verso le regioni del centrosud Italia distribuendo una nuvolosità irregolare, associata a qualche piovasco per ora sul versante tirrenico”.

Pioggia e temporali sembrano insomma alternarsi a parziali schiarite, per una tendenza che potrebbe essere anche quella del primo fine settimana di giugno.

“Le ultime proiezioni – confermano gli esperti - continuano a proporre scenari instabili per il primo weekend di giugno su una parte della Penisola a causa di una recidiva circolazione di bassa pressione sull’Europa centro occidentale. La stessa che, anche se in forma più attenuata, porterà forte maltempo tra giovedì e venerdì. In linea di massima, il tempo peggiore si dovrebbe registrare nella giornata di domenica, quando un minimo secondario potrebbe formarsi a ovest della Penisola.

Nella giornata di sabato, la saccatura lambirà l’Italia settentrionale, non dovremmo avere né perturbazioni né minimi troppo vicini quindi, a livello frontale, l’instabilità dovrebbe essere ridotta. Tuttavia, nelle ore centrali della giornata le condizioni di pressioni non elevate e l’umidità richiamata da sudovest potrebbero innescare numerosi fenomeni temporaleschi. Dunque, l’instabilità dovrebbe concentrarsi nelle ore pomeridiane o preserali e al nord, soprattutto su Alpi/Prealpi e pedemontane con qualche sforamento fino alle zone di pianura. Al centro e al sud non dovrebbero esserci problemi salvo forse un po’ di nubi medio alte richiamate dalle latitudini africane. Il contesto termico sarà sopra media al centrosud con valori anche localmente superiori ai 30°C, in media al nord”.

“Nella giornata di domenica la situazione potrebbe complicarsi a causa della formazione di un minimo di bassa pressione secondario sul golfo del Leone o sul mar Ligure. Al minimo si dovrebbe associare una perturbazione in grado di portare condizioni di instabilità più diffusa sia al nord che al centro. Il sud, soprattutto l’estremo sud, dovrebbe essere ancora abbastanza al riparo. Le temperature potranno far registrare una lieve diminuzione al centro e al nord”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piogge e temporali, per il meteo la settimana andrà sull’altalena. A rischio anche il weekend

TerniToday è in caricamento