rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Attualità

Nuova gestione per la storica attività di Piediluco: “Una scelta inizialmente coraggiosa e dettata dalla grande passione per la nostra professione”

Le dottoresse Valeria Ugolini e Claudia Picotti: “Gli abitanti ci hanno accolto con affetto. Contatto stretto con il pubblico caratteristica pregnante del farmacista”

Due professioniste con alle spalle importanti esperienze nel settore, una grande amicizia che le accomuna ed un desiderio, coltivato nel tempo, da realizzare. Da domenica 1 maggio le dottoresse Valeria Ugolini e Claudia Picotti debutteranno ufficialmente presso la storica farmacia di Piediluco. “Subentriamo al dottor Paolo Oliveri il quale ha portato avanti l’attività per oltre 40 anni” esordiscono alla nostra redazione di www.ternitoday.it.

La precedente militanza all’interno della farmacia Rotondi e la decisione di cimentarsi nella nuova avventura. “Inizialmente un atto di coraggio poiché, dal punto di vista occupazionale e retributivo, potevamo sicuramente contare sul lavoro svolto in precedenza. Tuttavia avevamo questo grande desiderio da volere realizzare. La scelta di proseguire un nostro percorso è ricaduta su Piediluco. Un borgo piccolo, poiché computa poco più di 500 residenti quantomeno nella stagione invernale, dove è possibile ritrovare tutte le peculiarità che contraddistinguono il farmacista. Ad esempio il contatto stretto con la clientela, la possibilità di stabilire anche un rapporto quasi familiare, aiutare ogni singola persona, dispensando magari anche dei consigli utili”.

Il nome è ricaduto su Le Naiadi, non a caso: “Nella mitologia greca rappresentavano le ninfe d’acqua dolce che possedevano qualità guaritrici. Lo abbiamo concordato durante un aperitivo. Teniamo a precisare che non siamo di Piediluco. Tuttavia reputiamo la frazione davvero splendida, dal punto di vista paesaggistico. Le persone sono molto accoglienti, un luogo piuttosto caloroso. Per tutto quello che può offrire dovrebbe essere valorizzato in modo diverso, anche dal punto di vista del turismo di prossimità. Per i bimbi, ad esempio, si potrebbe andare a migliorare l’offerta relativa alle strutture da mettere a disposizione”.

I lavori antecedenti e propedeutici al debutto: “Abbiamo rimbiancato il locale intervenendo sull’impianto elettrico, risistemato il pavimento, in attesa di un nuovo bancone ed un ulteriore pc destinato al Cup, per una questione puramente di prossimità. Ci pensavamo da tanto tempo a compiere tale passo. A livello affettivo non è facile salutare un’attività dopo oltre 40 anni. Il dottore è stato contento di lasciarcela, ha apprezzato il nostro lavoro. Di recente è anche arrivata la titolarità da parte della Usl, per entrare in servizio a partire dal prossimo 1 maggio”.

Obiettivi ed ambizioni: “Fornire più servizi possibili alla popolazione. Ad esempio cercheremo di mettere a disposizione tutte le autoanalisi come l’elettrocardiogramma, rientrante nella telemedicina. In estate il bacino aumenterà, poiché Piediluco rappresenta una meta turistica piuttosto ambita. Potremmo anche allargarci ad ulteriori collaborazioni, anche perché sono pervenuti dei curriculum, magari più avanti. La speranza è quella di decollare, per poi valutare il da farsi”. 

La farmacia rurale e l’interazione con il Comune di Terni: “L’amministrazione ci è venuta incontro con i locali di loro proprietà come la farmacia e l’altra stanza dove verranno collocati ulteriori servizi”. I cittadini avevano sottoscritto una petizione per riportare lo sportello bancomat: “Siamo in una prima fase di valutazione. L’idea è sul tavolo anche se, vogliamo far capire agli abitanti che è nostra premura venire incontro alle loro esigenze. Pertanto è necessario trovare una giusta formula, in ottica di costi relativi ai prelievi. Proprio per questo motivo siamo in contatto con diverse società del settore”.

Scelta coraggiosa che naturalmente non è passata inosservata: “La titolare della farmacia Rotondi conosceva il sogno che avevamo e quindi ci ha appoggiato. Gli abitanti hanno salutato con grande entusiasmo la possibilità di vedere proseguire l’attività. Cercheremo di svilupparla con passione, mettendo le nostre competenze a disposizione della comunità”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova gestione per la storica attività di Piediluco: “Una scelta inizialmente coraggiosa e dettata dalla grande passione per la nostra professione”

TerniToday è in caricamento