Sabato, 18 Settembre 2021
Attualità Papigno

“Gli ex studios di Papigno e i teatri del Cmm saranno il cuore di Umbria film commission”

Il vicesindaco Giuli: il cinema 2.0 è uno degli obiettivi di questa amministrazione, ci sono progetti e contatti con importanti gruppi che possono interessati all’investimento

“Terni non è Napoli o Firenze”. Ma l’amministrazione comunale scommette comunque sulla cultura, “nel suo significato più esteso”. Per rilanciare la città dell’acciaio su una prospettiva di sviluppo futuro.

Ne ha parlato questa mattina Andrea Giuli, vicesindaco del Comune di Terni, ai microfoni di Umbria Radio. Una intervista a tutto tondo, dalla fine del lockdown alle prospettive per le Acciaierie nel quadro della possibile vendita, passando per la cascata delle Marmore fino al sogno ancora in piedi di una “Hollywood sul Nera”.

“Gli ex studios di Papigno – ha detto Giuli – sono una delle tante incompiute maturate nel corso degli anni da gestire in un momento non favorevole”. Questo non toglie però che “il cinema 2.0 è uno degli obiettivi” dell’amministrazione Latini.

Il vicesindaco ha fatto dunque cenno ad una serie di interlocuzioni – anzitutto – fra Terni e la Regione Umbria per la ricostruzione di una “Umbria film commission” che si ponga l’obiettivo di portare produzioni televisive e cinematografiche nel cuore verde d’Italia e che potrebbe avere proprio come “cuore” “i teatri dell’ex Centro multimediale e gli studios di Papigno”.

Accanto alla interlocuzione con la regione Umbria, nel dossier ci sono “progetti” e momenti di confronto avviati con “gruppi privati importanti che possono essere interessati”.  Certo, ha precisato Giuli, “si tratta di cose complesse con oneri economici non indifferenti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Gli ex studios di Papigno e i teatri del Cmm saranno il cuore di Umbria film commission”

TerniToday è in caricamento