rotate-mobile
Attualità

Ternana, progetto stadio clinica: “La palla passa al Comune. Il parere dissenziente della Sanità viene superato”

L’assessore Enrico Melasecche traccia lo scenario dopo la preadozione del piano di fabbisogni della rete ospedaliera umbra

Il progetto della Ternana stadio clinica torna pienamente in corsa - seppur in modo indiretto - a seguito della preadozione del piano dei Fabbisogni della rete ospedaliera umbra. Come viene riportato fedelmente: “I posti letto disponibili per la sanità privata complementare rimangono invariati per quel che riguarda i territori del Perugino e del Folignate, mentre, applicando i coefficienti della popolazione pesata su base provinciale, si prevedono 95 posti letto accreditabili nel Ternano”.

Facendo un passo all’indietro di quasi due mesi, precisamente risalendo al 3 novembre, la conferenza dei servizi decisoria aveva dato parere favorevole con prescrizioni, al progetto presentato dal club di via della Bardesca. Ricordando le parole del vicepresidente della Ternana Paolo Tagliavento, uscito dalla riunione nella sede di piazza Partigiani: “Ad oggi possiamo costruire lo stadio ma senza clinica”.

Lo scenario potrebbe mutare, come sottolineato dall’assessore regionale Enrico Melasecche: “La palla passa adesso al Comune che, coerentemente con quanto deliberato, non può non iniziare ad interloquire con la Regione, con urgenza, per dare seguito anche alla conferenza dei servizi decisoria che aveva deliberato a favore, all’unanimità dei giudizi tecnici, ad eccezione di quello dissenziente della Sanità che ora, a fabbisogni definiti, viene superato come precisa il giudizio conclusivo della conferenza stessa. Quindi deve dare seguito alla dichiarazione di interesse pubblico della realizzazione dello stadio e delle altre opere pubbliche come da progetto presentato dalla Ternana.  La Regione, a sua volta, deve procedere con la realizzazione delle nuove strutture ospedaliere pubbliche considerato che quelle attuali sono le più obsolete dell’Umbria”.

Il presidente Stefano Bandecchi, attraverso un video su instagram, ha voluto esprimere un proprio parere a riguardo, affermando: “Finalmente la Regione ha mantenuto l’impegno preso ovvero novantacinque posti letto alla sanità privata per il ternano. Finalmente è stato fatto adesso, un po' tardivi poiché questa operazione poteva essere fatta prima del progetto stadio-clinica. C’è il tempo per mettere a posto. La palla passa al Comune di Terni che potrà provvedere di questi posti letto, come da conferenza”.

La nota della Ternana

La soddisfazione della società rossoverde: “La Ternana Calcio apprende con grande soddisfazione la notizia della preadozione da parte della Giunta Regionale del nuovo “Piano Fabbisogni” della rete ospedaliera umbra. Piano che, oltre alla prioritaria sanità pubblica, prevede 95 posti letto accreditabili nel ternano. Siamo sempre stati e restiamo tutt’ora disponibili a portare avanti con entusiasmo il progetto stadio/clinica, nella consapevolezza della sua correttezza e fattibilità tecnico procedurale. Del resto il nostro iter era ed è pienamente legittimo e oggi ne riceviamo esplicita conferma con la previsione programmatica (come previsto nella proposta Ternana) di posti letto accreditabili per la sanità privata nel ternano. Si tratta di un risultato epocale, mai raggiunto da nessuno in precedenza, grazie all’impegno pervicace della Ternana Calcio e di quanti si sono spesi al riguardo".

Pertanto: "Bene, complimenti, finalmente una decisione giusta, una valutazione dovuta come risposta all’operazione stadio-clinica, e al conseguente interesse pubblico. Adesso la palla passa al Comune di Terni che potrà gestire questi 95 posti letto come da determinazione della mia conferenza dei servizi. Questa, ci preme dirlo, è la vittoria di tutti i ternani".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ternana, progetto stadio clinica: “La palla passa al Comune. Il parere dissenziente della Sanità viene superato”

TerniToday è in caricamento