rotate-mobile
Domenica, 27 Novembre 2022
Attualità

Ternana, stadio clinica: “Progetto chiaro e percorso delineato fin dal principio. Valutiamo la delibera di giunta”

Il vicepresidente Paolo Tagliavento ed il project manager Sergio Anibaldi hanno fatto chiarezza sul progetto stadio clinica della società di via della Bardesca

Una conferenza stampa per fare chiarezza, a seguito dell’esito della conferenza dei servizi decisoria, risalente alla scorsa settimana sul progetto stadio clinica, a cura della Ternana. Il vicepresidente Paolo Tagliavento ed il project manager Sergio Anibaldi, nella sala del Garden, hanno espresso le proprie considerazioni, rispondendo alle domande dei presenti.

Ad inaugurare gli interventi Paolo Tagliavento che ha tenuto a precisare: “Riteniamo opportuno fare chiarezza anche perché, a quanto detto a più riprese, sembrava avessimo sbagliato iter. La delibera della Giunta regionale, di ieri, chiarisce che la nostra procedura era corretta. Se fosse stata perseguita mesi tale volontà fa avremmo parlato di altro. Teniamo a ringraziare i tifosi, il Consiglio comunale, l'assessore Enrico Melasecche. Qualcosa di epocale lo abbiamo comunque ottenuto"

Il project manager Sergio Anibaldi: “Non abbiamo fatto mai un intervento pur sentendo sempre le stesse indicazioni, poiché c’era un procedimento in corso. Quello che noi avevamo proposto stava negli atti formali. Oggi la conferenza dei servizi è chiusa. Togliamo dal campo qualsiasi dubbio. La Ternana non ha chiesto l'autorizzazione all'esercizio di un qualcosa che non esiste. La delibera di giunta regionale di ieri va in questo senso. Avremmo avuto un impegno programmatico a supporto di un intervento che - ricorda il professionista- presupponeva la riqualificazione di un intero comparto di una città, finanziato dal privato. A Terni non esiste una clinica privata accreditata. Per questo la Regione per soddisfare quella che è un'esigenza pubblica avrebbe dovuto fare un bando per la realizzazione di una clinica la quale, una volta costruita, avesse rispettato quelli che sono i requisiti di accreditamento. Abbiamo chiesto l'autorizzazione alla costruzione, l'impegno programmatico per poi eventualmente avere l'accreditamento. La Ternana si impegnava ad ottenere i requisiti di accreditamento della clinica, una volta costruita”.

Ulteriori precisazioni: “Il percorso della Ternana è stato trasparente e richiedeva un qualcosa di chiaro fin dal principio. Il parere di Balduzzi sembra non servire più, all'esito della delibera di giunta. Forse non era quella la domanda da porre. Ci sono venticinque pareri favorevoli che hanno determinato una valutazione su un progetto importante. Lo stadio domani mattina lo potremmo realizzare. Se la realizzazione della clinica è un elemento che garantisce il Pef e ci viene detto che non è possibile realizzare come si fa a chiudere la conferenza dei servizi decisoria positivamente? Le amministrazioni pubbliche devono essere chiare nelle loro determinazioni. O si può fare o meno".

Il procedimento: "L'iter è stato quello che dovevamo seguire. Indica dapprima una conferenza dei servizi preliminare, il passaggio in Consiglio comunale per poi eventualmente presentare il progetto definitivo. Il comune ha chiuso la procedura notificando gli atti a tutti i soggetti interessati. Quello che la sanità ha detto nella conferenza dei servizi decisoria lo poteva affermare in quella preliminare. Noi avremmo valutato. Il fatto di non esprimersi nell'ambito della conferenza preliminare ha creato delle aspettative"

Lo scenario che si apre dopo la delibera di giunta regionale: “Come Ternana aspetteremo e valuteremo. Se questa delibera fatta si incardina sul progetto della Ternana non ci sarà nessuna preclusione a prenderla in esame".

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ternana, stadio clinica: “Progetto chiaro e percorso delineato fin dal principio. Valutiamo la delibera di giunta”

TerniToday è in caricamento