rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Attualità Acquasparta

Le Terre dei Borghi Verdi, diciassette comuni del Ternano scommettono sul turismo: comunicazione e bellezze per rilanciare il territorio

Ad Acquasparta la seconda tappa di un percorso che poi toccherà anche Narni e Terni: oltre 400mila persone già raggiunte attraverso Facebook, ad ottobre appuntamento al TTG di Rimini

Col saluto del sindaco Giovanni Montani e una visita all’interno del Palazzo Ducale che fu della Famiglia Cesi e vide la nascita nel 1603 dell’Accademia dei Lincei - prima accademica scientifica d’Europa, grazie all’ingegno di Federico Cesi e al contributo, tra gli altri di scienziati del calibro di Galileo Galilei, che qui sperimentò l’utilizzo dell’occhialino, prototipo dell’odierno microscopio - si è dato il via alla seconda tappa di un percorso che, partito da Amelia il primo di aprile, oggi è giunto ad Acquasparta e si è posto come obiettivo quello di lanciare il territorio de Le Terre dei Borghi Verdi.

Il progetto, finanziato dalla Regione Umbria, vede coinvolti i 17 Comuni di Acquasparta, Alviano, Amelia, Attigliano, Avigliano Umbro, Calvi dell’Umbria, Giove, Guardea, Lugnano in Teverina, Montecastrilli, Montecchio, Narni, Otricoli, Penna in Teverina, San Gemini, Stroncone e Terni e ha visto il lancio in questo mese e mezzo di alcuni strumenti di comunicazione.

“Ci eravamo lasciati con la nascita di quello che era stato definito un piccolo ecosistema social media, e oggi possiamo contare su una pagina Facebook che già conta più di 6.500 follower, e un profilo di Instagram che sta arrivando ai mille”, ha annunciato Morichetti, assessore al turismo e alla cultura di Acquasparta, aggiungendo che “i contenuti legati al nostro territorio - i punti di interesse, i cammini , i sentieri - hanno raggiunto dal 1 aprile a oggi la bellezza di oltre 400.000 persone raggiunte su Facebook e oltre 45.000 su Instagram”.

Il tutto è stato costruito come cassa di risonanza per il rilancio del territorio, mentre si stanno mappando le attività col fine di creare un’offerta turistica lenta con le esperienze del turista al centro, esperienze che saranno promosse e fruite attraverso una progressive web app - un ibrido tra portale e applicazione - che si sta sviluppando e sarà pronta al lancio durante il TTG di Rimini, l’expo dedicato al turismo in programma ad ottobre.

TTG a cui parteciperanno i Comuni, all’interno dello stand della Regione Umbria, e sarà l’ultima tappa di questo viaggio che, dopo Amelia e Acquasparta, vedrà coinvolte location a Narni e Terni.

A margine dell’evento, facendo seguito alla pedalata in e-bike lungo il Rio Grande ad Amelia, Acquasparta ha offerto un’esperienza del tutto particolare.

L’assessore Morichetti, annunciando la prossima nascita di un giardino delle biodiversità dedicato alle essenze mellifere, ossia piante molto gradite alle api - di cui il Comune è amico e per il quale ha organizzato un primo corso per apicoltori con gemellaggio col borgo sloveno di Radovljica che ospita il museo nazionale delle Api - ha invitato sindaci, amministratori e giornalisti presenti a mettere a dimora una ventina di piante officinali e mellifere, come segno di iniziazione di un processo che vedrà questo territorio impegnato per la sostenibilità ambientale e il rispetto delle biodiversità.

Un segno tangibile di quello che questo progetto sta seminando e quanto ci vorrà nel futuro cura di quanto insieme si sta costruendo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le Terre dei Borghi Verdi, diciassette comuni del Ternano scommettono sul turismo: comunicazione e bellezze per rilanciare il territorio

TerniToday è in caricamento