“Non siamo invisibili”, la protesta dei “nonni” scuote Terni: ecco le richieste dei pensionati

Manifestazione davanti alla prefettura: “La nostra mobilitazione continuerà fino a che non arriveremo al nostro obiettivo”

Le pensionati e i pensionati dell’Umbria hanno manifestato oggi, martedì 17 dicembre, davanti alle prefetture di Perugia e Terni nell’ambito della grande mobilitazione nazionale, promossa dai sindacati Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil in oltre 70 piazze italiane. Una protesta pacifica ma determinata, volta a chiedere di non essere più considerati “invisibili” dal governo e dal Parlamento. “Siamo qui per ribadire le richieste contenute nella nostra piattaforma unitaria - hanno spiegato i tre segretari dei sindacati dei pensionati dell’Umbria, Maria Rita Paggio, Giorgio Menghini e Francesco Ciurnella - l’ampliamento della platea dei beneficiari della 14esima, la rivalutazione delle pensioni, un fisco più equo per i pensionati e una legge nazionale sulla non autosufficienza, elemento di civiltà assolutamente fondamentale per un Paese che vuole definirsi veramente europeo”.

Al termine dei presìdi di Perugia e Terni, le delegazioni sindacali dei pensionati sono state ricevute dalle due prefetture alle quali hanno ribadito le priorità di intervento, a partire da una legge nazionale per la non autosufficienza, che affronti alla radice un problema che riguarda 3 milioni di persone non autosufficienti e le loro famiglie.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“La nostra è una richiesta di buon senso - hanno spiegato i rappresentanti dei pensionati - Ci sono anche delle proposte di legge già depositate, peraltro scritte da esponenti della stessa maggioranza di governo, che non sono state nemmeno prese in considerazione. Quello che abbiamo ottenuto è stato solo un generico impegno che non ha poi trovato alcuna corrispondenza reale nei testi della legge di bilancio. La nostra mobilitazione, dunque, continuerà fino a che non arriveremo al nostro obiettivo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nella notte a Terni, commerciante trovato morto nel suo negozio

  • Coronavirus, scuole chiuse a Terni. La rabbia dei genitori: “Impossibile gestire la vita di una famiglia. Avvertiti troppo tardi”

  • Covid, le previsioni che spaventano: tra novembre e dicembre possibili più casi che nella fase 1

  • Primario del Santa Maria di Terni positivo al covid-19. Tamponi a tappeto

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento