rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Attualità

Intesa tra Confartigianato e Coni: “Opportunità occupazionali nell’associazionismo sportivo per i giovani Neet”

Sottoscritto un protocollo di intesa alla presenza di Mauro Franceschini, presidente dell’associazione di categoria, e dei rappresentanti Coni, Moreno Rosati e Fabio Moscatelli

Un fenomeno in crescita, molto preoccupante che riguarda direttamente anche l'Umbria. Secondo le ultime stime, sono oltre 35mila i ‘Neet’ ossia i giovani, di età compresa tra 18 e 29 anni, che non studiano e non lavorano. Un trend in crescita che va in controtendenza rispetto alle esigenze di un mercato sempre più alla ricerca di profili spendibili che possano garantire una sorta di ricambio generazionale.

Il progetto ‘Social Neet’ si prepone di fornire una valida alternativa per questi ragazzi ed incoraggiarli ad entrare nelle dinamiche del mondo del lavoro. Un programma formativo di opportunità occupazionali, nell’ambito dell’associazionismo sportivo, che si svilupperà mediante esperienze teoriche e pratiche, a partire dal prossimo mese di giugno. Per riuscire in tutto ciò, è stato sottoscritto un protocollo di intesa tra Confartigianato e Coni alla presenza di Mauro Franceschini, presidente dell’associazione di categoria, Moreno Rosati, vicepresidente regionale Coni, e Fabio Moscatelli, delegato provinciale.

“La nostra attività nelle scuole è molto importante, sotto il profilo dell’orientamento”, ha ricordato Mauro Franceschini. “In ambito sportivo poi i valori trasmessi sono fondamentali. L’intento è fornire un’opportunità, aiutare anche le famiglie oltre che naturalmente i destinatari principali di tale progetto, ossia i ragazzi, nell’ individuare un percorso per potersi realizzare, sotto il profilo occupazionale”.

Il vicepresidente Moreno Rosati ha aggiunto: “Metteremo in campo la scuola regionale dello sport. Un’opera di sensibilizzazione per veicolare il progetto a livello regionale. Lo sport come possibile opportunità di lavoro, attraverso l’obiettivo di formare delle figure qualificate”.

Infine Fabio Moscatelli: “Il problema principale che si sta evidenziando è la propensione ad abbandonare, in modo precoce, l’attività sportiva. E su questo aspetto che dobbiamo lavorare”.

Sono previste 30 ore di formazione in aula ed altrettante da svolgere sul campo. A supportare il progetto ci sarà anche Ancos, Associazione nazionale delle comunità sociali e sportive di Confartigianato. Ulteriori dettagli verranno forniti dai rispettivi canali istituzionali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Intesa tra Confartigianato e Coni: “Opportunità occupazionali nell’associazionismo sportivo per i giovani Neet”

TerniToday è in caricamento