rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Attualità

Provincia di Terni, monitoraggio satellitare per ponti e viadotti: “Garantire sicurezza ai cittadini”

Il progetto verrà eseguito fino al 2028 dalla società Titan4. Oltre 16 milioni di euro dal ministero delle Infrastrutture e trasporti per 22 strutture, comprese le 17 ad alta attenzione: “Tra i primi in Italia in questo ambito”

Ottantasette le strutture censite, 16 milioni d’euro d’investimento e controlli satellitari per verificare ogni minima variazione strutturale. La Provincia di Terni ha presentato le attività per la messa in sicurezza di ponti e viadotti di luce superiore ai 6 metri e il progetto di monitoraggio satellitare che verrà eseguito fino al 2028 dalla Titan4, società specializzata nel settore. In totale le strutture censite sono 87, di queste 17 sono state inserite nella classificazione di attenzione medio-alta, le altre medio-bassa. L’investimento complessivo previsto per 22 strutture, comprese le 17 ad alta attenzione, supera i 16 milioni di euro, mentre sulle restanti sarà avviato il monitoraggio satellitare che tramite immagini radar terrà sotto osservazione le strutture per controllarne puntualmente ogni variazione.

“Siamo tra i primi in Italia - ha detto Laura Pernazza, presidente della Provincia - ad avviare un monitoraggio satellitare. L’iniziativa si inserisce nel quadro delle normative successive alla vicenda del ponte Morandi ed ha l’obiettivo di garantire la massima sicurezza per i cittadini. Il monitoraggio satellitare ci offrirà l’opportunità di tenere sotto osservazione le minime variazioni delle strutture e di controllare anche numerosi tratti stradali gravati da rischio frane e smottamenti. Tutte le attività di censimento e controllo sono state condotte senza mai interrompere la circolazione veicolare o creare problemi al traffico civile e commerciale. La collaborazione con Titan4 ci consentirà inoltre di avere a disposizione dati aggiornati sulla base dei quali assumere scelte e decisioni a favore della collettività”.

Marco Serini, dirigente del settore tecnico, ha poi continuato: “Il monitoraggio satellitare sarà molto utile per controllare ogni minima variazione delle strutture e darci quindi la possibilità di intervenire, ove necessario, in forma preventiva. Ci sarà infine utile anche per tenere sotto controllo quei tratti stradali che ricadono in aree maggiormente esposte dal punto di vista idrogeologico, in particolare per frane e smottamenti”. 

“Il monitoraggio – ha concluso Giovanni Quacquarelli, amministratore delegato di Titan4 – verrà effettuato attraverso sistemi satellitari che utilizzano immagini radar che restituiscono misure millimetriche della deformazione del suolo e delle infrastrutture”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Provincia di Terni, monitoraggio satellitare per ponti e viadotti: “Garantire sicurezza ai cittadini”

TerniToday è in caricamento