Sabato, 31 Luglio 2021
Attualità

Recovery Terni, ecco gli interventi sulla accessibilità nell'area industriale di Terni sud inseriti nel Pnrr Umbria

Il progetto prevede il passante cittadino zona Terni sud; il completamento della bretella stradale della ex Terni - Rieti con il tronco stradale da Via Alfonsine alla Strada Marattana; il collegamento Staino - Pentima per il collegamento diretto delle zone industriali alla viabilità nazionale.

Si chiama "recovery Terni" ed è la rubrica di Terni Today che vuole accendere un focus sui progetti del Piano nazionale di rinascita e resilienza presentati dalla giunta regionale al governo e che riguardano, nello specifico, la città di Terni e il resto della provincia. Iniziamo con un pondroso intervento relativo all'accessibilità infrastrutturale all'area industriale di Terni sud. Valore complessivo: 57 milioni di euro.

Terni-Rieti

L’intervento prevede una serie di opere infrastrutturali inserite nell’Accordo di Programma dell’Area di Crisi Complessa Terni - Narni. Nell’ambito di tale gruppo di opere relative all’Area di Crisi, riveste un ruolo di assoluta preminenza ed urgenza il prolungamento della attuale E 45 verso la Flaminia ternana (completamento ex III Lotto della Terni Rieti), che interessa lo sviluppo di importanti realtà produttive quali il centro di finitura della acciaierie AST – TK e le aziende del cosiddetto polo chimico ternano (area ex Polymer lungo via Flaminia), e che va a risolvere definitivamente anche l’attuale serio problema di pericolosità ed inefficienza del tratto stradale oggi esistente. L’intervento riguarda la prosecuzione della SS675 bis da strada delle Campore verso la Flaminia.

Svincolo via delle Campore

Si prevede la creazione di uno svincolo a livelli sfalsati con Via delle Campore e la creazione di una nuova viabilità con caratteristiche di strada extraurbana secondaria con piattaforma da 10,5 m con una lunghezza complessiva dell’intervento di circa 2Km. La connessione con la SS3 Flaminia è attualmente prevista mediante un innesto a raso. Il tratto di by-pass urbano della Flaminia (Ex IV lotto Terni - Rieti) rappresenta una viabilità di accesso alla rete cittadina con forti implicazioni, sia sullo sviluppo industriale dell’intera Area di Crisi Complessa, sia sulla qualità ambientale e sulla sicurezza dell’intero territorio.

L’intervento prevede la realizzazione, in nuova sede, di un sistema di nuove viabilità e rotatorie che nel loro complesso consentono di decongestionare dal traffico l’attuale tracciato della SS3 Flaminia nel tratto urbano più densamente edificato. L’intervento prevede 3 opere d’arte di significativa rilevanza: ponte sul canale Recentino, sottopasso ferroviario lungo la linea Terni – Sulmona e sottopasso stradale del tratto urbano della Flaminia. Gli interventi ex III e IV lotto Terni - Rieti rivestono priorità per il DEFR Umbria 2021-2023 in complementarietà e rafforzamento delle misure di sostegno degli investimenti delle PMI dell’area di crisi complessa Terni – Narni.

Si tratta del naturale completamento del bypas della Flaminia ternana costituito dalla San Lorenzo via Alfonsine (ex IV lotto Terni Rieti) tale da garantire il collegamento diretto fra la zona sud-ovest e la zona nord della città evitando l’attraversamento del centro cittadino, soprattutto da parte del traffico pesante. Il nuovo tratto stradale, di lunghezza complessiva di circa 3,2 km, prevede la realizzazione di un nuovo sottopasso della linea ferroviaria Terni Sulmona e di un nuovo ponte di attraversamento sul fiume Nera. Verrà riprogettata anche la connessione verso Viale Borzacchini/Strada Marattana in funzione delle nuove esigenze della zona legate allo sviluppo delle nuove infrastrutture sportive (nuovo palasport e stadio di calcio). Il costo previsto per la realizzazione del tronco stradale è di circa 15 milioni di euro.

Staino-Pentima

Vista la presenza di significative opere d’arte lungo il tracciato e la necessità di procedimenti espropriativi si può ipotizzare, di larga massima, una funzionalità dopo circa 5 anni dall’avvio dei relativi procedimenti tecnico – amministrativi. Il nuovo tratto stradale Staino – Pentima consente di collegare direttamente la S.S. 209 Valnerina con le principali arterie cittadine e di evitare la pesante interferenza con l’attività dello stabilimento AST-TK, costituita dal transito in uscita/ingresso dalla città lungo viale Brin, regolato, ancora oggi, da passaggio a livello. È evidente, pertanto, che l’intervento possiede non solo contenuti in ordine alla fluidificazione ed alla sicurezza stradale, ma contribuisce anche alla competitività generale dell’area industriale, che viene pesantemente condizionata dall’attuale configurazione stradale, sia per la logistica che per la stessa produzione, divisa in aree interrotte dalla viabilità, anziché contigue.

Oltre a tali opere risulta fondamentale rendere pienamente funzionale la Piattaforma logistica di Terni-Narni attraverso la realizzazione del collegamento ferroviario. Il progetto prevede il completamento della bretella stradale della ex Terni – Rieti da Strada dei Confini (ex III lotto TR-RI) verso la Flaminia per giungere poi fino a zona Salara con un by-pass del tratto urbano della Flaminia (ex IV lotto TR-RI), per un più diretto collegamento delle zone industriali alla viabilità nazionale con collegamento verso Viale Borzacchini/Strada Marattana.

Il tratto stradale Staino – Pentima che consente di collegare direttamente la S.S. 209 Valnerina con le principali arterie cittadine ed evita la pesante interferenza con l’attività dello stabilimento AST TK. Realizzazione collegamento ferroviario della Piattaforma logistica di Terni-Narni. Integrazione e complementarietà con interventi e finalità Piano Regionale Qualità dell’Aria, con investimenti PMI dell’Area di Complementarietà con altri Programmi/Progetti crisi complessa Terni-Narni e con il nuovo collegamento AST TK di Terni con la strada Tern. Rieti in corso a valere sul Piano Operativo FSC 2014-2020.

Costi e tempi di attivazione

Fabbisogno finanziario: Euro 57.000.000,00.
Tempi di attivazione (cantierabilità): entro il 2023.
Tempi di attuazione (durata): entro il 2026.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Recovery Terni, ecco gli interventi sulla accessibilità nell'area industriale di Terni sud inseriti nel Pnrr Umbria

TerniToday è in caricamento