rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Attualità

Reddito di cittadinanza, intesa sui navigator: al via le assunzioni

Trovato l’accordo sul numero dei dipendenti che lavoreranno in stretto contatto con i centri per l’impiego. Non saranno 6 mila le assunzioni come annunciato nelle scorse settimane

Reddito di cittadinanza: step 2. Dallo scorso mercoledì 6 marzo è possibile presentare le domande (poste, on line o mediante CAF) da parte di tutti i richiedenti, i quali ne potranno beneficiare. Al momento sono pervenute oltre 141 mila richieste delle quali 120 mila circa presso gli uffici postali ed oltre 21 mila online. Dopo il 31 del mese medesimo verranno raccolte ed esaminate dall’INPS per constatare se si rientra o meno nei parametri indicati. Successivamente entreranno in scena i cosiddetti navigator, ossia coloro che lavoreranno a stretto contatto con i CPI. Figure di una certa rilevanza perché rappresenteranno dei veri e propri tutor per supportare i destinatari del reddito di cittadinanza, nel momento in cui verranno formulate le offerte di lavoro. La novità riguarda l’accordo raggiunto tra tutte le regioni ed il Governo per il numero di navigator da assumere. Saranno 3000 e non 6000 come evidenziato nelle scorse settimane. Sul portale dell’Anpal è attesa la comunicazione per partecipare ai colloqui di selezione ed i requisiti necessari sui quali ottemperare per presentare la candidatura. La figura interesserà naturalmente anche la città di Terni e provincia, da valutare il numero dei dipendenti che verranno assorbiti nei vari CPI del capoluogo e zone limitrofe 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reddito di cittadinanza, intesa sui navigator: al via le assunzioni

TerniToday è in caricamento