rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Attualità

Ferrovia Terni-Rieti, la riattivazione della fermata di Piediluco per sviluppare il cicloturismo: un ‘tesoro’ da rigenerare ed esplorare

La svolta dei convogli ‘Blues’ con il servizio bici a disposizione dei viaggiatori

Un segno del destino che prefigura alcune combinazioni davvero suggestive. E’ ormai trascorso un anno da quando i primi ‘Blues’ hanno fatto il loro esordio sulla linea Rieti-Terni. Dapprima un convoglio per poi aumentare – a livello numerico - grazie all’impegno della Regione Lazio. Tra tutte le peculiarità detenute da tali treni occorre segnalare che dispongono del servizio di trasporto delle bici. Un dettaglio non di poco conto, e vi spieghiamo i motivi.

Il cicloturismo è una forma di turismo sempre più sviluppato in Umbria. Una risorsa da preservare, anche grazie ai molteplici percorsi che abbinano sport e paesaggi mozzafiato. Tra le varianti è presente proprio la combinata ‘treno+bici’ la quale consente ai tanti viaggiatori di potersi spostare e raggiungere le mete di destinazione per poi poter andare a percorrere i tragitti desiderati. Nel territorio della bassa ‘Umbria’ ce ne sono diversi. Ad esempio il tracciato che costeggia le Gole del Nera, senza dimenticare quelli che interessano diverse località della Valnerina. Infine tutti i percorsi che consentono di raggiungere proprio il lago di Piediluco.

Allo stato attuale, come è noto, la fermata di Piediluco è in dismissione. I convogli infatti la attraversano senza sostarvi. Tuttavia, vista la sua strategicità, a pochi passi dal bacino e dalle strade che consentono di raggiungere l’abitato si potrebbe pensare di riattivare e rigenerare la piccola stazione, quantomeno nelle stagioni dove i flussi turistici aumentano ovverosia in primavera ed estate. Ad aggiungere soluzioni anche la fermata di Marmore, piuttosto vicina al belvedere superiore della cascata, raggiungibile anche a piedi seppur con le dovute accortezze. Ipotesi che potrebbero essere esaminate per andare ad esplorare un tesoro, sempre più prezioso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferrovia Terni-Rieti, la riattivazione della fermata di Piediluco per sviluppare il cicloturismo: un ‘tesoro’ da rigenerare ed esplorare

TerniToday è in caricamento