rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Attualità

Acciai Speciali Terni, Marco Bruni: “Costi energetici e ampliamento discarica i temi portanti”. La decisione di ricandidarsi a Stroncone

Il coordinatore della Rsu della Fismic Consal: “Il presidente Arvedi ha rispettato la parola data assumendo i lavoratori della Tct”

Un accordo di programma da sottoscrivere, per lanciare un piano industriale dalla enorme rilevanza per Acciai Speciali Terni e l’intero territorio. Rispetto alle scorse settimane la questione è passata in secondo piano, sotto il profilo mediatico. Il motivo? Si attende ormai il passo decisivo, quello conclusivo, dopo una serie di incontri che hanno riguardato tutti i portatori di interesse. Alla nostra redazione di www.ternitoday.it il coordinatore della Rsu della Fismic Consal Marco Bruni fa il punto della situazione, poiché ha seguito – insieme agli altri colleghi – tutto l’iter sviluppatosi a partire dallo scorso anno.

A che punto siamo?: “Nel corso del 2023 eravamo stati convocati al Mise con la garanzia che l’accordo avrebbe trovato il suo sbocco entro l’estate. Successivamente, in autunno, un nuovo incontro e l’indicazione di fine anno. Tuttavia – afferma Bruni – ci sono state delle problematiche di carattere burocratico. Al traguardo manca davvero poco. Mai è stato messo in discussione l’accordo di programma. Ad oggi l’ottimismo cresce ma di ufficiale non c’è nulla. E’ stato anche possibile conoscere il piano industriale, dopo il vertice con la direzione aziendale. Inoltre la tensione si è alleggerita con il Comune ed infine il progetto di recupero di una parte della discarica è stato preso in carico. Il grande obiettivo è rendere l’azienda più green possibile”.

La situazione ad Acciai Speciali Terni: “Il presidente Arvedi ha rispettato la parola che aveva dato con i lavoratori della Tct rimasti fuori, che sono stati assunti. Altre assunzioni hanno riguardato alcune donne, provenienti da diverse aziende del territorio oltre che interinali, per recuperare criticità a livello impiantistico. Inoltre stanno per essere avviate due nuove linee, di cui una prossima alla partenza. Tutto ciò dovrebbe garantire ulteriori ingressi, a livello occupazionale. In ottica futura l’intendimento è installare delle linee per il trattamento di acciai magnetici dall’alto valore aggiunto”.

Un elemento di discontinuità da rimarcare: “Possiamo contare su una quantità di ordini che permettono di guardare con fiducia ai prossimi mesi. La fermata dunque dovrebbe essere breve, in contrapposizione rispetto a quanto accaduto in passato. Permane ancora la grave criticità dei costi energetici. A tal proposito Ast potrà avere un futuro roseo soltanto quando si potranno mettere a punto delle tariffe concorrenziali, da parte dello stato italiano rispetto a quelle che vengono applicate ai nostri competitor negli altri paesi. Altro aspetto preponderante l’ampliamento della discarica. Necessario intervenire e non procrastinare ulteriormente le tempistiche”.

Il ruolo del sindacalista è importante nel recepire le istanze dei lavoratori e fungere da mediatore: “Naturalmente sussiste un pizzico di preoccupazione poiché è in ballo il futuro dello stesso stabilimento e della città. Tuttavia la sottoscrizione dell’accordo di programma non è l’argomento prioritario. Le principali questioni riguardano le problematiche quotidiane come i rimpiazzi a livello numerico, la possibilità di fruire di permessi e ferie. Probabilmente quando saremo in dirittura se ne riparlerà in modo costante, anche perché l’età media dei lavoratori è di circa 45 anni ed è comprensibile capire il futuro dello stabilimento”.

Infine la decisione di ricandidarsi a Stroncone: “Risiedo da circa vent’anni nel territorio. Cinque anni fa decisi di scendere in campo con un gruppo di amici. Riuscimmo ad arrivare ad una manciata di voti dalla lista che poi ha eletto il sindaco attuale. L’amministrazione ha svolto un ottimo lavoro, durante questa consiliatura. Non aveva senso costruire un’altra lista di opposizione, visto i risultati ottenuti. Poiché l’obiettivo deve essere il bene del territorio abbiamo pensato di unire le forze”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acciai Speciali Terni, Marco Bruni: “Costi energetici e ampliamento discarica i temi portanti”. La decisione di ricandidarsi a Stroncone

TerniToday è in caricamento