rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Attualità

Droga test nelle scuole: “Pronto ad occupare la sala consiliare. Prima lo facciano i politici”. La replica: “Non sussiste alcuna progettualità”

Il dibattito nel corso della terza commissione. I consiglieri Luca Simonetti e Tiziana De Angelis chiedono chiarimenti all’assessore preposto Giovanna Scarcia su un passaggio del Documento Unico Programmazione

Una richiesta di chiarimenti, su un passaggio contenuto all’interno della missione tre, del Documento Unico Programmazione. Il consigliere del Movimento cinque stelle Luca Simonetti non ha usato mezze misure nell’esprimere la propria posizione, in previsione di un eventuale utilizzo del droga-test a scuola. “Sono pronto ad occupare l’aula. Prima devono essere i politici a dare l’esempio. Una richiesta tra l’altro che era già stata avanzata dal consigliere De Luca”.

Il confronto infatti scaturisce da ciò che è contenuto alla pagina 180, del Documento Unico di Programmazione: “È stato avviato inoltre uno specifico “Progetto Prevenzione e contrasto della vendita e dello spaccio di sostanze stupefacenti” (prot. n. 134234 del 15.09.2021), approvato con D.G.C. n. 213 del 15.09.2021, volto a incrementare i livelli di sicurezza in corrispondenza dei plessi scolastici ritenuti sensibili, parchi e altri luoghi di aggregazione giovanile prevedendo di dotare quanto prima il personale operante anche di specifica strumentazione “droga-test”. Tali servizi saranno preceduti da incontri da programmarsi con docenti e genitori”. Al consigliere Luca Simonetti si sono computati ulteriori chiarimenti, da parte della consigliera Tiziana De Angelis (Pd), recapitati all’assessore Giovanna Scarcia.

L’assessore ha pertanto precisato che: “Nel corso del 2021 si è svolto un tavolo in Prefettura, dopo manifestazione di interesse finalizzata alla partecipazione di un bando, volto al contrasto ed all’abuso di sostanze stupefacenti. Risorse da utilizzare a scopo puramente informativo. Il progetto è inerente alla direzione welfare e, proprio nel pomeriggio, si è svolto un ulteriore incontro in biblioteca. Il droga test è inserito come possibile strumento. Non sussiste ancora alcun tipo di progettualità” ha specificato l’assessore Scarcia precisando – come evidenziato nel Dup - che occorrerebbe un coinvolgimento ad ampio respiro di genitori e docenti. “Cambiate il testo del Dup. Sono pronto a presentare un emendamento” ha chiosato il consigliere. Seguiranno ulteriori chiarimenti.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga test nelle scuole: “Pronto ad occupare la sala consiliare. Prima lo facciano i politici”. La replica: “Non sussiste alcuna progettualità”

TerniToday è in caricamento