Sabato, 18 Settembre 2021
Attualità Narni

Ricicleria diffusa e consapevole, parte per ridurre la produzione di rifiuti a Narni: “Una rete di cittadini che scambiano beni”

“La ricicleria – afferma l’assessore all’ambiente Alfonso Morelli - è una rete di cittadini, artigiani, associazioni che scambiano beni al fine di dare nuova vita agli oggetti perché non diventino rifiuto”

Una rete di artigiani, riparatori e cittadini per ridurre la produzione i rifiuti e riutilizzare gli oggetti anziché gettarli via. Si tratta dell’ultima iniziativa lanciata dall’assessorato all’ambiente del Comune di Narni che ha dato vita a Ri.Di. Narni, dove Ri.Di. sta per ricicleria diffusa e consapevole. L’obiettivo è quello di ridurre sensibilmente i rifiuti, recuperarli creativamente, ripararli, barattarli o donarli per favorire l’economia circolare e vivere in modo più sostenibile. Ri.Di. Narni è finanziata con contributo Auri Umbria e gode del patrocinio di Cna Umbria, Legambiente Umbria e Cesvol Umbria.

“La ricicleria – spiega l’assessore all’ambiente Alfonso Morelli - è una rete di cittadini, artigiani, associazioni che scambiano beni al fine di dare nuova vita agli oggetti perché non diventino rifiuto. Ri.Di. promuove infatti lo scambio, la donazione, la creatività e la riparazione”. Il sistema funziona tramite la app junker dove è inserita la bacheca del riuso. Chiunque può pubblicare annunci dove offrire beni di qualsiasi natura donandoli o scambiandoli, oppure cercare dei servizi di riparazione. La ricicleria diffusa prevede infatti una rete di artigiani aderenti all’iniziativa che possono interagire con l’utenza, proponendosi proprio come professionisti della riparazione e del recupero

“La app Junker – conclude l’assessore Morelli - è già nota al grande pubblico per essere il sistema on line per la raccolta differenziata utilizzato da oltre 2mila e 800 nuclei familiari di Narni”. Gli artigiani e i professionisti della riparazione possono scrivere a supporto@junkerapp.it per aderire alla rete e quindi ricevere dagli utenti della piattaforma richieste di intervento oppure anche per richiedere semplicemente delle informazioni sul funzionamento dell’iniziativa.    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricicleria diffusa e consapevole, parte per ridurre la produzione di rifiuti a Narni: “Una rete di cittadini che scambiano beni”

TerniToday è in caricamento