Martedì, 21 Settembre 2021
Attualità

Rigenerazione urbana, ecco i progetti della "nuova" Terni. Salvati: "Interventi bilanciati tra centro e periferie"

18 milioni di finanziamenti complessivi per un pacchetto di opere che interesseranno centro e periferie: nuove infrastrutture, impianti sportivi, verde pubblico e contenitori culturali

Foto: progetto del Teatro Verdi

Sono 18 i milioni di euro i monte risorse complessivo richiesto dal comune di Terni nell'ambito del progetto di “rigenerazione urbana”, così come previsto dal DPCM del 21 gennaio 2021.

“Si tratta  - spiega l’assessore ai lavori pubblici Benedetta Salvati che ha proposto ieri una delibera in Giunta per formalizzare la procedura - di finanziamenti per opere in parte già inserite nel piano triennale delle opere pubbliche, in parte da aggiornare e in parte da inserire ex novo; perciò con questa nuova delibera abbiamo provveduto alle necessarie modifiche del Piano”.

Le istanze di richiesta dei finanziamenti (fino a un massimo 20 milioni per Comuni delle dimensioni pari a quella di Terni) saranno trasmesse dalla direzione Lavori Pubblici attraverso la piattaforma GLF (Gestione linee di finanziamento) integrata nel sistema di monitoraggio delle opere pubbliche (MOP) del Ministero dell’Economia e Finanze entro il prossimo 4 giugno.

Le opere

Tra le opere per le quali sarà richiesto il finanziamento, alcune sono ritenute di rilevanza strategica. Prima fra tutte, l'intervento per il secondo stralcio del nuovo teatro Verdi per il quale sono stati richiesti 10 milioni di euro, che consentirebbero il completamento dell’opera.

Altri 600mila euro per la realizzazione del sottopasso pedonale tra  viale dello Stadio e via Airoldi, per consentire di raggiungere a piedi o in bicicletta l’area del nuovo PalaTerni e lo stadio comunale. Quindi 682mila euro per la realizzazione della pista ciclabile Via Bramante – Borgo Rivo; 500mila euro per la manutenzione straordinaria e la rifunzionalizzazione della Casa delle Musiche; 200mila euro per la manutenzione straordinaria della Sala Montesi a Marmore; un milione di euro per interventi di riqualificazione e rifacimento dei giardini pubblici “La Passeggiata”; 400mila euro per il completamento del parco urbano Bruno Galigani nel quartiere Cardeto in riferimento al secondo lotto funzionale; 150mila euro per la riqualificazione dell’ex Chiesa del Carmine con l’adeguamento strutturale della copertura; 1,5 milioni per la riqualificazione del Campo Scuola “F. Casagrande”, Infine, 2 milioni per la riqualificazione di campi sportivi all’aperto in aree periferiche.

"Unire centro e periferia"

“Anche in questo caso – commenta l’assessore Benedetta Salvati – grazie al lavoro dei nostri uffici ci siamo dimostrati pronti a cogliere le importanti opportunità di finanziamento che si prospettano, presentando un pacchetto di progetti mirato, concreto e ben bilanciato tra centro e periferie, tra infrastrutture, impianti sportivi, verde pubblico e contenitori culturali. Tutto questo avendo sempre ben chiara la visione di città delineata insieme al sindaco Latini: una Terni “rigenerata”, più verde, più attrattiva e capace di migliorare sensibilmente la qualità della vita dei suoi cittadini con infrastrutture adeguate, moderne, all’avanguardia. Confidiamo ora nell’accoglimento delle nostre richieste che sono molto centrate sui temi indicati dal Governo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rigenerazione urbana, ecco i progetti della "nuova" Terni. Salvati: "Interventi bilanciati tra centro e periferie"

TerniToday è in caricamento