menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Una 'passeggiata ecologica', il gruppo 'Mi Rifiuto' ripulisce la strada della Romita

Sono stati ripuliti gli slarghi, i bordi della via e gli angoli più nascosti che, proprio per questo, per qualcuno diventano pretesto per scaricare ogni cosa. 2,5 chilometri completamente bonificati

Dopo via Mola di Bernardo, vocabolo Staino, piazzale Bosco, il parcheggio di via Tito Oro Nobili e l'area del Tulipano, tra una discarica a cielo aperto e l'altra, il gruppo 'Mi Rifiuto' ha scelto la zona dell Romita.

Ieri, 29 agosto, il gruppo organizzato su Whatsapp si è riunito per fare una 'passeggiata ecologica'. 

"Camminare di sicuro è una delle attività con maggiori risvolti benefici per chiunque di noi - dicono - ma ieri pomeriggio, la 'passeggiata ecologica' fatta da 12 volontari del gruppo civico ha portato grandi benefici anche alla natura!"

Sono stati ripuliti gli slarghi, i bordi della via e gli angoli più nascosti che, proprio per questo, per qualcuno diventano pretesto per scaricare ogni cosa. 2,5 chilometri completamente bonificati. "Non faremo un elenco perché purtroppo in questo primo anno di attività ne abbiamo viste davvero di tutti i colori e sarebbe inutile ripeterci per l'ennesima volta. Fa sempre un certo effetto, comunque, vedere sacchetti disseminati qua e là sulla strada segno evidente di essere stati lanciati 'al volo' dai veicoli in transito, con una modalità becera che continua purtroppo ad essere attuata in tante zone della nostra città".

mi rifiuto_romita_degrado-2

Si continua a sanzionare chi viene 'beccato', l'assessore al Decoro pubblico Enrico Melasecche ha lanciato l'attività 'Terni si rifiuta', proprio ricalcando il nome del gruppo civico, ma 'i furbetti del finestrino' continuano a non rispettare le mie regole della civiltà, rifiutandosi di gettare i rifiuti negli appositi secchioni che, con buone probabilità, hanno dentro casa o all'ingresso del palazzo. Piuttosto si fanno chilometri in macchina per trovare un posto appartato e svolgere il 'lavoro sporco'.

"Vogliamo evidenziare che, per quanti sforzi siano stati fatti e si continuino a fare sul fronte dei controlli e delle sanzioni, non riusciremo a venire fuori da questa palude melmosa fino a quando non sapremo tutti autoregolamentarci. Fino a quando non avremo tutti consapevolezza della violenza perpetrata quotidianamente all'ambiente e spezzeremo questo continuum di micro e macro sversamenti fuorilegge", continuano i volontari di 'Mi rifiuto'.

"Le nostre iniziative hanno lo scopo principale di portare alla ribalta questo problema, affrontandolo in maniera attiva, per scuotere le coscienze più 'assopite' e per poter finalmente far riacquistare a questo territorio lo splendore che merita. Noi ci crediamo e l'apprezzamento avuto da tanti cittadini durante questa iniziativa ci incoraggia ad andare avanti su questa strada. Cambiare si può! Dipende da ognuno di noi!".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Muore la padrona e restano "orfani". Due gatti cercano famiglia a Terni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento