rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Attualità

Riscossione e imposta di soggiorno, ok ai regolamenti: ecco cosa cambia sulle rate

Il consiglio comunale approva due atti per rivedere i meccanismi di pagamento alle amministrazioni comunali

Il consiglio comunale di Terni ha approvato nell’ultima seduta due atti distinti in merito alla modifica dei regolamenti comunali rispettivamente alla riscossione coattiva delle entrate comunali e alla imposta di soggiorno.  

Il primo, che ha visto 20 si e 10 astensioni, è un atto riguarda la proposta di modifica dell’attuale regolamento che disciplina la riscossione coattiva delle entrate comunali, e precisamente l’articolo 8 che riguarda le condizioni e le modalità di rateizzazione e la misura degli interessi moratori.

L’atto assicura “in modo agevole e tempestivo l’accesso alla dilazione, salvaguardando al contempo la pretesa creditoria dell’Ente, e di adeguare le disposizioni regolamentari”. In sostanza le variazioni riguardano gli scaglioni degli importi da rateizzare, anche con riferimento al numero massimo delle rate; gli adempimenti a carico dei contribuenti; la garanzia fideiussoria prevista dal vigente regolamento per gli importi superiori a 20.000 euro.

Relativamente alla modifica al regolamento sull'imposta  di soggiorno (19 voti a favore 9 astenuti) la proposta trova spiegazione “nella necessità di armonizzare le nuove disposizioni normative con particolare riferimento alla nuova qualifica del gestore quale responsabile del versamento dell’imposta, ovvero di convertire nell’ottica tributaria gli obblighi di pagamento”. In sintesi le modifiche al regolamento semplificano il versamento dei corrispettivi al Comune e aumentano, però, le responsabilità, anche penali, dell'esercente che omette di trasferire quanto incassato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riscossione e imposta di soggiorno, ok ai regolamenti: ecco cosa cambia sulle rate

TerniToday è in caricamento