menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il presidente del consiglio comunale, Francesco Ferranti

Il presidente del consiglio comunale, Francesco Ferranti

Rivoluzione ztl, il presidente Ferranti: "Ascoltiamo la città"

Saranno programmate una serie di audizioni in Consiglio con associazioni di categoria e residenti: "La blindatura h24 non ha portato risultati". Gentiletti (Sc): "Aprirla è controproducente"

"Sulla revisione della ztl e anche sull'ordinanza che regolamenta le attività di locali, bar e distributori automatici vogliamo ascoltare tutta la città". Lo dice il presidente del consiglio comunale, Francesco Ferranti, annunciando l'intenzione di avviare - congiuntamente al percorso di confronto promosso dalla Giunta - una serie di audizioni con l'assemblea di palazzo Spada per arrivare a una soluzione condivisa. 

"Ritengo importante - spiega Ferranti - che vi sia una profonda e puntuale interlocuzione dell'amministrazione comunale con tutte le parti in causa, nessuno escluso, per addivenire a soluzioni realmente migliorative. Per quanto concerne la ztl è noto a tutti che negli ultimi 15 anni l'attuale blindatura h24 non ha portato risultati apprezzabili né per le attività economiche né per i residenti né per la situazione ambientale. In merito alle ordinanze intervenute da circa un anno per le attività commerciali e per i venditori automatici - prosegue - sarebbe opportuno siano compiute scelte non penalizzanti per nessuno e siano stabilite regole certe che si facciano poi rispettare. So che la Giunta sta lavorando con attenzione a questi provvedimenti e credo che anche il consiglio comunale potrà dare un contributo significativo attraverso audizioni nelle apposite commissioni delle varie parti che potranno dare certamene spunti utili e costruttivi. Per troppi anni ritengo si sia proceduto a spot e in modo disordinato in questi settori - aggiunge - così da scontentare un po tutti di volta in volta. Nell' imminente futuro si potranno cambiare le cose in modo utile e, per far sì ciò avvenga, il primo passo deve essere quello del confronto e un'amministrazione pubblica non autoreferenziale. Garantirò che tutti siano ascoltati in modo attento".

E in Consiglio una eventuale proposta di riapertura della ztl troverebbe il voto contrario del capogruppo di Senso civico, Alessandro Gentiletti. "Studierò insieme agli esperti della materia - dice - la proposta dell'assessore Fatale sulla ztl. Una proposta positiva nel metodo scelto, ovvero coinvolgere nella decisione le associazioni di categoria, ma deludente nei contenuti. Non mi convince, infatti, chi affronta il tema della mobilità in modo limitato e superficiale, solo con riguardo alla ztl. Terni è una città congestionata dal traffico veicolare. È una città che, come da tempo proposto anche da Matteo Romanelli di Terni Valley che oggi lo ribadisce, ha bisogno di visioni ed interventi ad ampio raggio, quali la realizzazione di un piano urbano della mobilità sostenibile. Pensare di risolvere i tanti problemi della città alleggerendo la ztl è riduttivo e potrebbe rivelarsi controproducente. L'obiettivo deve essere tornare a facilitare lo spostamento delle persone fermando quello delle automobili".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento