rotate-mobile
Venerdì, 12 Aprile 2024
Attualità

“Guerra” del sindacato, Csa fa incetta di iscritti e raggiunge la maggioranza al Comune di Terni

Rsu a Palazzo Spada, l’organizzazione “scippa” tutti i rappresentati della Uil. Il segretario generale Francesco Garofalo: "Punto di riferimento per i lavoratori che non sono più disposti ad accettare passivamente le decisioni prese dall’alto"

Colpo grosso del Csa nella Rsu del Comune di Terni. Il sindacato aderente a Cisal ha infatti raccolto nella proprie fila tutti e sette i rappresentanti che erano stati eletti nella Uil e conquista la maggioranza nell’organismo di rappresentanza di Palazzo Spada.

“Con un’operazione portata avanti con la massima discrezione e tempestività - rileva in una nota il segretario generale di Csa, Francesco Garofalo - il Csa Regioni autonomie localiha raccolto tra le proprie fila tutti e sette i componenti della Rsu del Comune di Terni che erano stati eletti nella lista Uil, insieme ai dirigenti e ai numerosissimi iscritti che il sindacato vantava nel capoluogo e nei comuni della provincia. In tal modo, avendo già un proprio rappresentante, il Csa conquista la maggioranza nell'organismo con 8 componenti su 15”.

“Mai prima d'ora altre organizzazioni sindacali – prosegue Garofalo - avevano raggiunto tale traguardo nell'ente e per questo rivolgo i miei più sentiti ringraziamenti sia al coordinatore regionale, Giovanni De Angelis, sia al segretario nazionale, Stefano Lulli”.

“A tutti gli ex Uil confluiti nelle nostre file, ed in particolare al neo segretario provinciale Sergio Silveri, invio un caloroso benvenuto, apprezzando la loro scelta di un sindacato libero come il nostro, dove possono sentirsi realmente protagonisti del proprio ruolo”.

“Sono certo – prosegue Garofalo - che i lavoratori già iscritti al Csa e i nuovi che si sono ora inseriti riusciranno a creare un'unica famiglia, forte e compatta, che renderà ancora più efficaci le azioni rivolte alla tutela dei lavoratori e andrà a potenziare l'opera di proselitismo”.

“Per noi del Csa questa confluenza costituisce l’ulteriore conferma della bontà del lavoro che stiamo svolgendo su tutto il territorio nazionale grazie al quale ci siamo affermati non solo come alternativa ai confederali, ma come vero e proprio punto di riferimento per i tanti lavoratori e lavoratrici che non sono più disposti ad accettare passivamente le decisioni prese dall’alto, che spesso non coincidono con le loro reali esigenze”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Guerra” del sindacato, Csa fa incetta di iscritti e raggiunge la maggioranza al Comune di Terni

TerniToday è in caricamento