Sabato l'ultimo saluto a Vasco Schiarea, gli amici: "Una raccolta fondi per realizzare il suo sogno"

Il rito si terrà alle ore 14.30 nella chiesa di Sant’Antonio, in via Curio Dentato. “Durante i funerali – fanno sapere gli amici – sarà possibile partecipare alla raccolta fondi per portare avanti il sogno di Vasco: creare un corso pugilistico che avrà il suo nome"

Si terrà sabato 15 febbraio il funerale di Vasco Schiarea, il 38enne ternano morto lunedì all’interno della palestra dell’Accademia Pugilistica Ternana, dove ricopriva un ruolo amministrativo/dirigenziale, a causa di un malore fatale che lo ha colpito nel primo pomeriggio.

Il rito si terrà alle ore 14.30 nella chiesa di Sant’Antonio, in via Curio Dentato. “Insieme ai familiari e agli amici, ci saranno tutte quelle persone a cui ‘Vasco Meraviglia’ aveva regalato una di quelle sue fugaci battute che, anche solo per pochi minuti, cambiavano l’umore della giornata”, scrivono gli amici. “Vasco era un pugile, un comico e un artista. Un guerriero, uno di quelli che la vita se la prendono di petto e a testa alta, sbagliando e andando avanti con quel romanticismo che solo i veri grandi sanno avere negli occhi. La vita aveva provato a metterlo al tappeto diverse volte, non c’era mai riuscita, nemmeno nelle situazioni più difficili. Ha voluto lasciarci lunedì scorso, Vasco, nel luogo più sacro che conosceva, la sua palestra, dove allenava alla sua maniera, combinando arte e tecnica, citazioni anni ‘90 e sudore”.

“Durante i funerali – fanno sapere gli amici – sarà possibile partecipare alla raccolta fondi, già attiva in via Lanzi da Rolando cafè, per portare avanti il sogno di Vasco: creare un corso pugilistico che avrà il suo nome. Un parte del ricavato sarà destinato anche alla sua famiglia. Seguirà, sabato alle 19 al Fat Art Club negli spazi del Caos, un brindisi per dire addio a questo grande uomo dalla corazza di piombo e il cuore d’oro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: ottanta ternani in isolamento fiduciario. Via libera per chi non è partito del nucleo familiare

  • Cinema Politeama, il gestore getta la spugna: “Investito tanto per rendere viva la città di Terni”

  • Annuncio a sorpresa per il Bugatti di Terni: dopo i tanti attestati di solidarietà spunta la cordata per rilevarlo

  • Coronavirus, i casi sospetti in Umbria mettono in allarme: gli infermieri scrivono alla Regione

  • Ternano nell’area al centro del contagio da Coronavirus: “Paura c’è. La percezione è diversa dalla realtà”

  • Coronavirus, musicista ternano: “Quarantena e precauzioni. Vi spiego le linee guida che ho seguito in Cina"

Torna su
TerniToday è in caricamento